BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola: test preselezione. Domande e risposte non saranno online. La novità e cosa cambia

Domani 27 novembre notizie ufficiali sul concorsone della scuola



Tutto è slittato a domani 27 novembre: le notizie ufficiali su date, orari e sedi di svolgimento del concorso della scuola 2012 avrebbero dovuto esser rese note venerdì 23 novembre ma così non è stato e bisognerà attendere ancora un giorno per scoprire tutte le novità di svolgimento del concorsone.

Le sedi di concorso verranno pubblicate domani sul sito del ministero (www.istruzione.it) e sui siti degli uffici scolastici regionali. Quel giorno verrà reso noto anche l'archivio completo da cui saranno estratti i quesiti della preselezione. Si tratta di una batteria di 3.500 test.

Ma i quiz non saranno pubblicati in elenco: saranno messi a disposizione 70 blocchi da 50 domande, 70 simulazioni di prova che potranno essere svolte dai candidati per intero o in parte.

Bisognerà acceder tramite codice fiscale e il candidato ad ogni accesso avrà sempre davanti la sua paginata personale, con tanto di segnalibro che indicherà quali simulazioni sono già state eseguite.

Alla fine di ogni prova il candidato visualizzerà il proprio voto e le domande che risultano sbagliate, ma senza conoscere la risposta esatta, per cui per sapere quale sia la risposta giusta il candidato dovrà cercare da solo le informazioni, studiando dunque le domande e non solo imparando a memoria le risposte.

La prova preselettiva si svolgerà il prossimo dicembre, secondo le indiscrezioni 117 e 18, sarà online e bisognerà rispondere a 50 domande in 50 minuti, tra quesiti di informatica, lingue straniere e logico-deduttivi. Per passare la prova bisognerà dare 40 risposte corrette, se la risposta non è corretta si prende un -1, +1 se è corretta, nessun valore se non si risponde. Superata la prova pre-selettiva ci sono altre due prove, una scritta e un’altra orale.

Coloro che supereranno la preselezione potranno accedere alla prova scritta, che si svolgerà a gennaio 2013 e consisterà in una prova di verifica delle competenze disciplinari con domande su argomenti specifici. Chi supererà la prova scritta sosterrà poi quella orale, che consisterà in una simulazione di una lezione per verificare l’abilità didattica dell’insegnante.

Solo dopo la preselezione e l’accesso ai test scritti e orali, saranno valutati i titoli: una laurea con 110 varrebbe 2 punti, la laurea triennale 1,5 punti, il dottorato di ricerca 3 punti, l'abilitazione tramite Siss 1,5 punti, l'abilitazione all'esercizio di una professione 1 punto e pare 0,20 punti per ogni articolo pubblicato, inerente la materia scelta. Le prove d’esame si concluderanno alla fine di luglio 2013.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il