Scontrini fiscali e fatture da scaricare per i privati. Al voto Ddl Fisco ma ci sono dubbi

Contrasto di interessi: i compiti della delega fiscale



Si appresta a prendere il via anche in Italia il cosiddetto contrasto di interessi, meccanismo che prevede la possibilità di scaricare dalla dichiarazione dei redditi gli scontrini e le ricevute dell'idraulico o del macellaio.

Si tratta dell’ennesimo sistema pensato per combattere l'evasione fiscale in Italia, che è stato presentato da un emendamento di Giuliano Barbolini (Pd) all'interno della delega fiscale che dovrebbe essere votata dall'aula del Senato mercoledì.

Alla commissione Finanze di Palazzo Madama l'emendamento è passato insieme all'annullamento automatico delle cartelle pazze in caso di mancata risposta da parte dell'amministrazione.

In un primo tempo sul contrasto di interessi il governo aveva dato parere negativo, poi il testo è stato riformulato e l'emendamento è passato con l'ok di Palazzo Chigi.

Nella nuova versione si delega l'esecutivo a emanare disposizioni per l'attuazione di misure finalizzate al contrasto di interessi fra contribuenti, selettivo e con particolare riguardo alle aree maggiormente esposte al mancato rispetto dell'obbligazione tributaria, definendo attraverso i decreti legislativi le più opportune fasi applicative e le eventuali misure di copertura finanziaria.

La delega prevede anche altri interventi come l'accorpamento delle agenzie fiscali, la revisione della disciplina relativa al sistema estimativo del catasto dei fabbricati e un monitoraggio annuale dell'evasione fiscale riferita a tutti i principali tributi.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il