BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Prezzi benzina più bassi con Borsa Carburante in decreto Scorte 2012-2013 da approvare Venerdì

In arrivo decreto Scorte per riduzione prezzi carburante: cosa prevede



Dopo una serie di rialzi che si sono susseguiti nel corso di quest’anno, sembra finalmente che i prezzi dei carburanti possano tornare a scendere. A prevedere il cambiamento il cosiddetto decreto Scorte, vagliato dal pre-consiglio dei ministri in vista della riunione di governo convocata per venerdì.

Il decreto prevede innanzitutto, per recepire le direttive europee sulla sicurezza del sistema dei carburanti, la centralizzazione della gestione delle scorte, ora in mano alle compagnie petrolifere.

Per questo nascerà l'Ocsit (organismo centrale di stoccaggio italiano) affidato all'Acquirente unico, che già coordina gli approvvigionamenti di elettricità per il mercato tutelato. Con l'Ocsit, la sicurezza petrolifera italiana sarà più efficace e svincolata, almeno in parte, dagli interessi degli operatori economici, non sempre coincidenti con l'interesse generale.

Una corretta gestione economica permetterà di ridurre l'onere a carico degli operatori stessi. Sarà poi istituita borsa dei carburanti, che rappresenterà una sorta di una piattaforma di mercato che faciliti l'incontro tra domanda e offerta all'ingrosso di prodotti petroliferi liquidi per autotrazione.

A gestire la nuova Borsa sarà il Gme, il gestore dei mercati energetici che manovra con buona maestria la borsa elettrica italiana e la nascente borsa del gas. Entro 180 giorni, poi, secondo quanto prevede il decreto,dovranno essere definiti i meccanismi operativi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il