Pensioni a 57-58-59 anni: andare prima. Modifiche Riforma Fornero possibili per Bersani. No Renzi

Uscire prima dal lavoro: le posizioni di Bersani e Renzi



La proposta di legge dell’ex ministro Cesare Damiano puntava a rivedere la riforma delle pensioni firmata dal ministro Fornero e in questi ultimi mesi ha ripetutamente presentato la proposta che prevedeva un nuovo canale di pensionamento per lasciare prima il lavoro, a 58 anni.

Proposta che sarebbe stata sperimentale fino al 2017, dando la possibilità di andare in pensione prima per uomini e donne: per i lavoratori dipendenti 58 anni (57 le donne) fino a tutto il 2015 e poi 59 (58 le donne) fino alla fine del 2017, purché si siano raggiunti però 35 anni di contributi e ricevendo un assegno più leggero.

Oggi con la riforma Fornero per andare in pensione anticipata, ci vogliono almeno 42 anni e un mese di contributi (41 e un mese per le donne) e 62 anni di età, soglia sotto la otto quale scatterebbero anche penalizzazioni.

Sulla questione dell’andare in pensione prima, è d’accordo Pierluigi Bersani, in corsa per le primarie del Pd, secondo cui si potrebbe uscire prima rivedendo alcune norme sulla flessibilità e diminuendo l’assegno. Posizione non condivisa, però, dallo ‘sfidante’, Mattteo Renzi, che ha detto un secco no all’uscita prima dal lavoro.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il