Argentina: i titoli in default. La lista. Ritorna rischio fallimento

Argentina di nuovo a rischio fallimento? La situazione



Argentina di nuovo in crisi profonda ed è l'unico Paese a rischio default due volte in 10 anni. Se il fallimento del 2001 sembrava superato, la novità del momento è che entro il 15 dicembre, secondo quanto stabilito dal giudice di New York Thomas Griesa, il Paese dovrà rimborsare 1,3 miliardi di dollari ai detentori dei tango-bond che hanno rifiutato la ristrutturazione del debito proposta dal governo, cuui si aggiungono cedole indicizzate al Pil in scadenza, sempre il 15 dicembre, che ammontano a circa 3 miliardi e che riguardano invece chi ha aderito allo swap nelle due tranche fissate dal governo di Buenos Aires del 2005 e del 2010.

Se l'Argentina non rispetterà quanto sentenziato, il Tribunale Usa minaccia di inibire i pagamenti degli interessi ai detentori dei nuovi titoli ristrutturati e a quel punto potrebbe scattare un default tecnico da 24 miliardi di dollari, pari al debito emesso dall'Argentina tra il 2005 e il 2010.

E le brutte sorprese non finiscono qui, perché insieme alla decisione del Tribunale di New York è arrivato anche l’annuncio del taglio di rating dell'agenzia statunitense Fitch che ha declassato il debito di Buenos Aires di cinque gradini in un colpo solo, da B a CC, facendolo quindi scivolare a livello spazzatura e pericolosamente vicino alla D di default.


Per visualizzare la lista dei possibili titoli in default cliccare qui:

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-11-28/argentina-torna-incubo-default-104437.shtml?grafici&uuid=AbBjw66G

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il