BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Quotazione oro: perdita di 25 dollari in un minuto ieri mercoledì 28 Novembre 2012. I motivi

Crollano le quotazioni dell’oro: andamento della settimana



Crollano le quotazioni dell’oro: le vendite per il metallo giallo sono in rosso di quasi 30 dollari a 1.714,1 dollari, l’1,7% in meno rispetto al dato precedente. Il selloff è scattato ieri alle 14:20 italiane, quando i prezzi in pochi secondi sono passati da 1.735 a 1.715 dollari.

Secondo alcuni analisti le vendite sono scattate in quota 1.730-1.732 dollari in corrispondenza della rottura della media mobile a 10 giorni, secondo altri le vendite sarebbero scattate a causa di un inserimento errato di un ordine, secondo altri ancora la causa sarebbe la scadenza di future e opzioni.

Ma già a inizio settimana l’andamento dell’oro non si preannunciava buono: dopo il rialzo di oltre due punti percentuali segnato la scorsa settimana, l’ottava del metallo giallo al Comex è iniziata all’insegna della debolezza.

In questo momento il future con consegna dicembre segna un rosso dello 0,15% a 1.748,6 dollari l’oncia. Indicazioni rialziste arrivano sia dal dato relativo l’oro fisico detenuto dagli Etp (Exchange Traded Product), che la scorsa settimana ha messo a segno un nuovo record attestandosi a 2.605,32 tonnellate, e sia dagli acquisti da parte delle banche centrali.

Gli ultimi dati diffusi dal Fondo monetario hanno evidenziato che a ottobre gli istituti di Kazakhstan, Turchia e Russia hanno incrementato le scorte in oro, segno più anche gli acquisti in arrivo dal Brasile, le cui riserve sono salite di 17,2 a 52,5 tonnellate, il livello massimo degli ultimi 11 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il