BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: soluzione per i 260mila fuori da Legge Stabilità con prossime elezioni politiche

Questione esodati ancora in bilico: quali le possibili soluzioni?



Prima Pierluigi Bersani, poi Matteo Renzi, poi l’apertura del Pdl: tutti impegnati sul fronte esodati, uno dei punti cruciali socio-economici che tiene da tempo impegnate parti sociali e governo e per cui si punta ad una soluzione concreta e definitiva. Il tutto però in maniera difficoltosa, ma politicamente risolvere la situazione è molto importante da un punto di vista di consenso.

Ed ecco sfidanti alle primarie del Pd e Pdl dirsi pronti ad impegnarsi su questo fronte. Gli esodati sono quei lavoratori che, avendo già concluso accordi di prepensionamento con i propri datori, si stavano avviando verso l’uscita anticipata dal lavoro ma che si ritroveranno senza pensione e senza lavoro a causa della riforma Fornero, che ha posticipato l’età pensionabile.

Intanto ci si ‘consola’ con L’emendamento alla legge di stabilità proposto dai relatori Baretta (Pd) e Brunetta (Pdl) e approvato dalla commissione bilancio della Camera, ancora suscettibile di modifiche, che amplia la platea dei 120 mila esodati accogliendo anche i lavoratori cessati entro il 30 settembre 2012 e posti in mobilità, ordinaria o in deroga, e quelli che hanno risolto il rapporto di lavoro entro il 30 giugno2012 in base ad accordi privati o collettivi.

La copertura finanziaria aggiuntiva è garantita da un fondo ad hoc di 554 milioni di euro che si va a sommare ai 9,2 miliardi già stanziati dal governo e, in caso non bastassero, dal blocco per un anno (il 2014) della rivalutazione automatica delle pensioni più ricche, sopra i tre mila euro al mese.

Ed ecco i numeri finali (per il momento): 65 mila sono i salvaguardati con il decreto Salva Italia, cui sono stati aggiunti poi altri 55 mila lavoratori che hanno ricevuto garanzie con la spending review. Adesso di parla di altri 10 mila, per un totale di 130 mila persone. Da questi salvaguardati restano però esclusi altri 260 mila, per cui, si spera, possano arrivare novità con il prossimo ‘cambio della guardia’ delle elezioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il