BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):



Imu: calcolo seconda rata. Aliquote, scadenze e istruzioni

Imu: quanto e quando pagare. Come fare


Il 17 dicembre scade il termine per l’ultimo pagamento  Imu sulla casa, che dovrà essere calcolata come la prima rata: i contribuenti dovranno cioè calcolare l'importo della tassa, moltiplicando per 160 la rendita catastale, rivalutata del 5%, con l'aliquota stabilita dai diversi Comuni, meno le detrazioni forfettarie.

Per aiutarsi nel calcolo Imu sono comunque diversi i servizi online che guideranno i cittadini. Per l’abitazione principale, sono diversi i Comuni che hanno alzato al massimo l’aliquota, mentre è stata alzata al massimo in tutti i Comuni per le gli altri immobili, fra case, negozi, capannoni e uffici.

Il saldo di dicembre sarà una vera e propria stangata per i cittadini italiani proprietari, come sopra accennato, di case affittate, per le quali si parla addirittura si un aumento del 200%, stessa sorte per i negozianti, per cui il conto arriverà addirittura a triplicarsi in alcuni casi.

Sono intanto disponibili i modelli di dichiarazione Imu ufficiali, che possono essere scaricati online. Il Ministro dell'Economia, infatti, reso noto il modello di dichiarazione agli effetti dell'imposta municipale propria (IMU) con le relative istruzioni. L’Imu dovrà essere pagata tramite modelli F24, con i bollettini postali o tramite i servizi online messi a disposizione da Poste Italiane.

Con il modello F24 Web, il contribuente munito di nome utente e password necessari per accedere al sistema telematico, potrà effettuare online il pagamento con addebito sul suo conto corrente, sempre prestando la dovuta attenzione alla correttezza del codice fiscale.

Il versamento può avvenire anche tramite il portale di Poste Italiane e possono usufruire di questo servizio le persone fisiche titolari di BancoPostaOnline e BancoPosta Click con addebito su conto corrente o su carta di credito o ancora mediante la compilazione on line del modello F24 e la presentazione di tre copie dello stesso presso l’ufficio postale più vicino.

I contribuenti che sceglieranno il modello F24 cartaceo potranno ritirarne una copia presso gli uffici postali e gli istituti bancari e provvedere alla compilazione della sola sezione dedicata all’Imu e al contestuale pagamento. In ogni modello bisognerà comunque indicare i codici specifici accanto alla tipologia di proprietà per cui si paga.


Per calcolare la seconda rata Imu cliccare qui:

http://www.webmasterpoint.org/programmazione/programmazione/come_fare/calcolo-imu-saldo-seconda-rata.html




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 03/12/2012 alle ore 13:06