Spread Btp-Bund a 300 punti in calo: cosa cambia per mutui e investimenti in bot e titoli di stato

Cala lo spread: come investire oggi?



Solo pochi giorni fa, le previsioni di diversi economisti parlavano di una possibilie ripresa dell’Italia non proprio nell’immediato ma ottimisti sul 2013, è di ieri poi la notizia dell’inaspettato crollo dello spread fra Btp e Bund, sceso sotto quota 300 dopo ben nove mesi di continui rialzi e picchi toccati quasi a quota 600. Il crollo dello spread rappresenta un evento importante sui mercati, capce di riportare entusiasmo e fiducia negli investimenti, con effetti ovviamente immediati. In questa situazione, privati, imprese e famiglie potrebbero tornare ad investire i propri risparmi più o meno grandi siano.

E secondo un’attenta analisi di Corriereconomia, se l’anno scorso, quando il differenziale con i Bund tedeschi era a 574 punti base, investire in titoli di Stato italiani era considerato rischioso, ora vale la pena investire in titoli di Stato italiani.

Secondo alcuni esperti, è vero che se lo spread continua a calare e che i rendimenti di Btp e Bot scenderanno ancora, tuttavia ci vorrà tempo per raggiungere i livelli precrisi, quando il differenziale era a 170 punti base.

A non risentire, invece, nell’immediato di questo calo dello spread saranno i mutui, perché la maggior parte è indicizzata all’euribor, cioè il tasso interbancario, che difficilmente sarà abbassato in questo momento.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il