BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto Sviluppo 2012-2013 Monti: tanti emendamenti. Ultime notizie prima approvazione ufficiale

Le possibili novità del Decreto Sviluppo: cosa prevedono



Sono diversi gli emendamenti allo studio del governo che potrebbero rientrare nel prossimo Decreto Sviluppo, in discussione questa settimana. Tante le novità per infrastrutture e appalti negli emendamenti presentati dai due relatori al decreto legge sviluppo, Simona Vicari (Pdl) e Filippo Bubbico (Pd), per cui si chiede l’abbassamento da 500 a 100 milioni della soglia per il credito di imposta in favore delle opere finanziate con capitali privati.

Altra novità al vaglio è sul project bond (prestiti obbligazionari per il finanziamento di progetti infrastrutturali con il duplice obiettivo di rilanciare il mercato delle obbligazioni e aiutare i promotori dei singoli progetti ad attirare finanziamenti privati di lungo termine) e prevede la possibilità di emettere questo tipo di obbligazioni anche alle reti tlc, ma viene al tempo stesso esclusa per le cosiddette opere brownfield, cioè per le opere già realizzate o in corso di realizzazione per cui l'emissione del bond serve a rifinanziare il debito già prodotto in precedenza per sostenere l'intervento.

Si tratta di una modalità utile soprattutto per quei concessionari (autostrade o reti elettriche, per esempio) che rientrano dal debito contratto su un'opera per utilizzare i fondi su un'altra opera.

In discussione anche la proroga trentennale delle concessioni balneari e un nuovo pacchetto di proposte, tra cui l'equiparazione delle regole di distribuzione e vendita per le sigarette tradizionali e quelle elettroniche e l'avvio dal 2014-2015 nelle prime classi della scuola secondaria di primo e di secondo grado dei libri nelle versioni digitale o mista.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il