BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: class action contro Riforma Fornero e Ministero per mobbing e danni morali

Gli esodati contro il governo per mobbing e danni morali



Procederanno per vie legali contro Elsa Fornero e il suo Ministero del Lavoro gli esodati che rischiano di rimanere senza lavoro e senza pensione, nonostante le discussioni che si sono susseguite in questi mesi alla ricerca di una soluzione per questa categoria di lavoratori. In difesa degli esodati ancora senza copertura sarà lo studio legale Alleva di Bologna.

Gli esodati hanno detto basta: “Da dodici mesi viviamo in un clima di incertezza e con l’impossibilità di programmare il nostro futuro. Non sappiamo di che morte morire”, ha sottolineato con amarezza Francesco Flore, rappresentante del Comitato Nazionale Contributori Volontari.

“Siamo quelli che hanno subito più pesantemente gli effetti della riforma dietro di noi non ci sono sindacati o associazioni che fanno pressing sul governo”. Lo studio dovrà sostenere in aula le ragioni degli esodati, chiedendo il riconoscimento, in cagione del governo, di danni morali e mobbing.

“Contro di noi si è creato un vero e proprio accanimento da dodici mesi a questa parte. Ora basta” ha affermato Francesco Flore, del Comitato Nazionale Contributori Volontari. Questi lavoratori hanno sottoscritto accordi con le proprie aziende, hanno lasciato il proprio impiego continuando a versare autonomamente i contributi per raggiungere la soglia fissata prima della riforma Fornero. “Siamo quelli che abbiamo subito più pesantemente gli effetti della riforma”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il