BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Per la prima volta un auto si vende solo sul web: è il caso della Fiat Panda Monster

La vettura, infatti, non sarà disponibile nelle concessionarie: per conoscerla ed eventualmente acquistarla, bisogna collegarsi a Internet



Da pochi giorni è possibile ammirare online la nuova Panda Monster, derivata dalla versione 4x4. La vettura, infatti, non sarà disponibile nelle concessionarie: per conoscerla ed eventualmente acquistarla, bisogna collegarsi a Internet, dove sono disponibili tutte le informazioni sulla nuova creazione automobilistica. A quanto pare, in questo caso Fiat ha deciso di cambiare le regole di vendita. Entrando nel sito Web si possono conoscere le caratteristiche tecniche della Panda Monster e non solo: grazie ad animazioni, video e alla galleria fotografica, è possibile vederne gli esterni e gli interni, come se l’automobile fosse reale. Il modello ha un’inconfondibile linea sportiva sia internamente, per la selleria in pelle nera e Alcantara Starlight, sia esternamente dove i particolari sono tutti verniciati in nero, dalla presa d’aria alle cornici dei fanali fino ad arrivare ai vetri posteriori, alla terza luce e al lunotto, anch’essi di colore scuro. La Panda Monster, dotata di motore benzina 1.3 Multijet da 70 CV, è provvista di climatizzatore automatico, sistema vivavoce Bluetooth, radio con lettore CD e file MP3. Gli interessati possono prenotare, compilando un apposito form, una visita da un concessionario, dove potrà conoscere anche il prezzo. Questo, infatti, non viene comunicato e pubblicizzato ufficialmente, visto che la trattativa è riservata, proprio come si addice agli esemplari unici. Panda Monster, infatti, è il risultato di un lavoro di collaborazione tra Fiat e Ducati, due marchi ben noti in tutto il settore automobilistico ed è una serie speciale in edizione limitata e numerata con solo 695 esemplari messi in vendita. Il design è ispirato alla nuova motocicletta Ducati Monster 695, presentata in anteprima mondiale lo scorso febbraio al MotoShow di Parigi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il