Btp Dicembre 2012: titoli decennali per rendimenti più alti. I consigli dei gestori

Investire oggi in Bto, meglio se a lunga scadenza: i consigli



Sembra arrivato il momento di lanciarsi nel mondo dei Btp decennali: secondo un’analisi di Corriereconomia, i rendimenti dei titoli brevi, che ai tempi del Btp day rendevno tra il 6 e il 7%, con punte dell'8-9% per i Cct, oggi viaggiano al di sotto del 3%.

Scegliendo, incede, i titoli più lunghi si riesce a guadagnare anche il 4-5% lordo. Le previsioni per i Paesi d'area euro non sono rosee e parlano di una recessione in atto cui però seguirà una ripresa, anche se molto contenuta, più 0,2% nel 2013. Se queste valutazioni saranno confermate, la politica espansiva della Bce sarà confermata per il prossimo anno.

Non si può neppure escludere un calo ulteriore del tasso di riferimento allo 0,50%. I rendimenti dei titoli dei Paesi meno virtuosi si attestano quindi a livelli troppo alti. Strategicamente, è opportuno mantenere in portafoglio emissioni a cedola fissa, Btp in particolare, perché la loro redditività dovrebbe ancora scendere, con speculare rialzo delle quotazioni e porterà guadagni a chi detiene questi strumenti in portafoglio o a chi decidesse di acquistarli ora.

I maggiori guadagni saranno per le durate medio lunghe, da cinque anni in avanti. Inoltre, i decennali subiranno un rialzo del prezzo di mercato di almeno 7,5 punti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il