Fabbricati rurali:proroga al 30 Luglio 2013 accatastamento c'è,ma non viene approvata.Ultime notizie

Richiesta proroga accatastamento fabbricati rurali scomparsa: come fare per ottenerla?



Prima era prevista come norma all’interno del Dl sulla Delega Fiscale poi ‘magicamente’ è scomparsa: si tratta della richiesta di proroga dal 30 novembre 2012 al 30 luglio 2013 per l’accatastamento dei fabbricati rurali, procedimento necessario ai fini dell’imposizione Imu, ma che per questo tipo di immobili richiede molto tempo.

In realtà la proroga non è stata mai approvata ed ormai è scaduto il 30 novembre il termine per trasferire al catasto civile urbano i fabbricati rurali ancora iscritti al catasto terreni, cambiamento dovuto alla necessità di poter assoggettare questi immobili rurali all’imposta Imu.

Se, infatti, rimanessero censiti al catasto terreni non sarebbero soggetti all’Imu. Prima della scadenza del termine di fine novembre diverse associazioni e soprattutto il Consiglio Nazionale dei Geometri avevano avanzato la richiesta di proroga di accatastamento di questi fabbricati rurali, sia residenziali che strumentali all'esercizio dell'attività agricola.

La richiesta era stata poi presentata dal senatore Izzo, ma il Senato ha poi rinviato alla Commissione Finanze il testo del ddl sulla delega Fiscale, la cui approvazione non era più possibile entro il 30 novembre. L’emendamento è così finito nel testo del Decreto sui Costi della Politica, ormai approvato anch’esso al Senato, senza far riferimento all’emendamento Izzo, che è risultato scomparso.


 
Autore:

Marianna Quatraro

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il