BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Supervisione bancaria Ue da parte Bce ufficiale: che cosa è e come funziona

Via libera all'accordo sulla vigilanza bancaria: cosa prevede



I ministri delle finanze della Ue hanno dato il via libera alla prima fase dell'unione bancaria: si tratta dell’accordo sulla supervisione bancaria europea, che sarà operativa dal primo marzo 2014.

Con questo nuovo sistema, la Bce avrà il potere di monitorare tutte le banche della zona euro e dei Paesi fuori dalla moneta unica che aderiranno all'unione con asset per almeno 30 miliardi di euro o che rappresentano il 20% del pil del Paese. Saranno più di cento, almeno nell'immediato, le banche che finiranno sotto la supervisione di Francoforte da marzo 2014.

Il commissario Ue al mercato Interno Michel Barnier, ha spiegato che “L’accordo sulla supervisione bancaria unica è il primo fondamentale passo verso l'unione bancaria e ha come obiettivo restaurare la fiducia nel sistema e interrompere il circolo vizioso tra banche e crisi dei debiti”.

La supervisione unica apre la strada anche alla ricapitalizzazione diretta delle banche da parte del fondo salva-Stati Esm, passo necessario per non far pesare sui debiti pubblici le operazioni di sostegno alle banche in difficoltà.

Ora l'accordo sarà sottoposto all'approvazione dell'Europarlamento e per rientrare sotto la competenza della Bce dal marzo 2014, le banche dovranno avere una dimensione minima che è stata fissata a asset non inferiori a 30 miliardi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il