BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fabbricati rurali: proroga in Legge di Stabilità all'interno dell'emendamento su IMU ai comuni

Proroga accatastamento fabbricati rurali in Legge Stabilità: forse l’approvazione



E’ da giorni che si discute della richiesta di proroga per l’accatastamento dei fabbricati rurali, richiesta avanzata da diverse associazioni e soprattutto dal Consiglio Nazionale dei Geometri, perché, sia residenziali che strumentali all'esercizio dell'attività agricola, avrebbero richiesto molto tempo per essere definiti.

La novità di oggi è che la proroga di accatastamento per i fabbricati rurali potrebbe arrivare con la Legge di Stabilità, l’ultima legge approvata dal governo tecnico guidato da Mario Monti, prima dello scioglimento delle Camere.

La proroga dovrebbe essere contenuta nel nuovo emendamento che riguarda l’Imu ai Comuni, per cui l’Imposta Municipale Urbana potrà forse essere trasferita ai Comuni.

Attualmente il gettito entra nelle casse dello Stato mentre molti sindaci auspicano l’entrata di questi soldi nelle case comunali, per cercare di bilanciare la situazione degli enti locali, già messi a dura prova dalla carenza di fondi e di personale.

Tornando alla proroga per l'accatastamento dei fabbricati rurali, questa era stata chiesta per luglio 2013 ed era contenuta nel ddl sulla delega fiscale ma l’emendamento sembrava scomparso, essendo stato precluso dal testo approvato per incompatibilità con altri emendamenti già votati ed approvati.

La proroga era stata avanzata per far slittar il termine per trasferire al catasto civile urbano i fabbricati rurali ancora iscritti al catasto terreni, dovuto alla necessità di poter assoggettare questi immobili rurali all’imposta Imu perchè, se rimanessero censiti al catasto terreni, risulterebbero invisibili all’erario e quindi non soggetti all’Imu.


Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il