BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu saldo oggi: come pagare

Imu: scade termine per il saldo. Come fare



E’ arrivato il termine di scadenza per l’ultimo pagamento Imu 2012, quello che intimorito parecchi italiani, considerando che la somma da versare nella maggior parte dei casi e per la maggior parte di proprietari di immobili, andrà a pesare non poco sul bilancio familiare in un mese, quello di dicembre, che dovrebbe essere dedicato allo shopping natalizio.

Ma quest’anno la regola d’oro di Italia è meno regali e più tasse. Per procedere al pagamento del saldo Imu, bisogna partire dalla rendita catastale, da individuare nel rogito d’acquisto dell’immobile o recuperando i bollettini con cui si è pagata l’Ici sostituita dall’Imu.

Una volta individuata la rendita, bisogna rivalutarla al 5%, quindi va moltiplicata per 1,05, e poi moltiplicare il coefficiente previsto per il tipo di immobile di riferimento, quindi ad esempio 160 per i fabbricati del gruppo catastale A e delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 (esclusa la categoria catastale A/10), 140 per i fabbricati del gruppo catastale B e delle categorie catastali C/3, C/4 e C/5, -  80 per i fabbricati del categorie catastali A/10 e D/5,  60  per i fabbricati del gruppo catastale D (esclusa la categoria catastale D/50).

Ricordiamo che dal primo gennaio 2013 questo moltiplicatore sarà elevato a 65,  55 per i fabbricati della categoria catastale C/1. Una volta ottenuto il valore catastale dell’immobile, bisognerà applicare le aliquote Imu stabilite dai diversi Comuni e che possono essere consultati direttamente sui portali online delle varie amministrazioni comunali.

Per pagare, infine, si può utilizzare sia il modello F24 Imu, e in questo caso bisogna barrare la casella ‘Saldo’ e inserire nel campo ‘Rateazione/meserif’ il codice 0101 per l’abitazione principale; o tramite bollettino postale. Il modello di bollettino postale è valido indistintamente per tutti i comuni del territorio nazionale e riporta il numero di conto corrente 1008857615.

Nel modello, il contribuente dovrà indicare i dati anagrafici (codice fiscale, nome e cognome, data e luogo di nascita) e il codice catastale del Comune (il codice è quello utilizzato per l'acconto).

Il versamento con bollettino postale deve essere effettuato distintamente per ogni Comune sul cui territorio sono situati gli immobili, cioè se si possiedono fabbricati in Comuni diversi, sarà necessario compilare tanti bollettini quanti sono i Comuni in cui si possiedono immobili.


Per il calcolo dell'ultima rata cliccare qui:


http://www.webmasterpoint.org/programmazione/programmazione/come_fare/calcolo-imu-saldo-seconda-rata.html

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il