BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tares: la nuova tassa sui rifiuti 2013. Novità, cosa cambia, quanto, quando e come si paga

La nuova Tares da gennaio 2013: cos’è e quanto si pagherà



Non solo Tarsu: è in arrivo una nuova tassa sui rifiuti, si chiama Tares, è la versione aggiornata della tassa sui rifiuti solidi urbani, si pagherà il primo gennaio e sarà salatissima.

Insomma, dopo la stangata di Imu di fine anno, il 2013 si apre con una nuova super tassa sui rifiuti che prevede il pagamento di 4 rate complessive, la prima a gennaio e le altre 3 ad aprile, luglio, dicembre. La novità è stata inserita in un emendamento alla legge di stabilità che dovrà essere approvato entro fine anno.

Sarà compito dei Comuni mettere a punto le nuove tariffe. L'emendamento prevede anche che l'applicazione del criterio della superficie catastale per il calcolo della tassa (che molti aspettavano, per un più equo calcolo della tassa), diventi effettiva dopo la riforma del catasto, di cui però al momento non si sa ancora nulla.

Ciò che di sicuro si sa è che la Tares sarà sicuramente più cara della Tarsu, perché si tratta di una tariffa, e non di una tassa, vale a dire  un prelievo che copre per intero il costo  che l'amministrazione sostiene per effettuare il servizio di raccolta della nettezza urbana, e perché coprirà il costo anche di altri servizi, come la gestione dei rifiuti, e gli altri cosiddetti servizi indivisibili, come illuminazione pubblica e manutenzione strade.

Anche in questo caso, come per l’Imu, per pagare la Tares ci si potrà servire o dei modelli F24 o dei bollettini postali.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il