Fabbricati rurali e terreni: Governo abbasserà Imu 2013, ma proroga accatastamento dimenticata

Governo pronto ad abbassare Imu su fabbricati rurali?



Prima era stata presentata una richiesta di proroga per l’accatastamento dei fabbricati rurali, richiesta avanzata da diverse associazioni e soprattutto dal Consiglio Nazionale dei Geometri, perché questo tipo di immobili, sia residenziali che strumentali all'esercizio dell'attività agricola, avrebbero richiesto molto tempo per essere definiti.

La proroga era stata avanzata per far slittar il termine per trasferire al catasto civile urbano i fabbricati rurali ancora iscritti al catasto terreni, dovuto alla necessità di poter assoggettare questi immobili rurali all’imposta Imu perchè, se rimanessero censiti al catasto terreni, risulterebbero invisibili all’erario e quindi non soggetti all’Imu.

Ma la proroga sembra sia stata dimenticata, si è parlato addirittura di un ‘giallo’ sull’emendamento che la riguardava, sparito improvvisamente, e l’Imu su questi fabbricati è stata davvero salata.

Per fare un esempio di quanto costerà l’Imu sui fabbricati rurali, nel maceratese si pagherà addirittura il triplo dell’Ici, cosa contestata da molti e molte associazioni, considerando soprattutto il peso della tassa in un momento di forte crisi generale e dell’agricoltura in particolare.

E mentre la proroga per l’accatastamento di questi fabbricati rurali sembra ormai sparita, è spuntata la possibilità di abbassare l’Imu, il prossimo anno, sempre su questo tipo di immobili.

Effettivamente, il governo Monti si era detto disponibile ad abbassare e rivedere Imu per l'anno prossimo, ma ora cadendo il problema dovrà essere di nuovo ripreso dal nuovo esecutivo che si costituirà.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il
Puoi Approfondire