BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola: per chi non ha passato test preselettivo Miur c'è ancora una speranza

Molti bocciati alla preselezione del concorsone per la scuola 2012. Anief annuncia ricorso



Sono stati parecchi i bocciati alle prove preselettive del maxi concorsone 2012 ma per chi non ha superato la preselezione c’è ancora forse qualche speranza.

Anief (Associazione professione sindacale) ha già annunciato che farà ricorso per l’ammissione alla prova scritta di chi ha totalizzato tra i 30 e i 34 punti, quindi appena inferiore al punteggio minimo previsto dal Miur. Secondo quanto comunicato dall’Anief lo sbarramento al punteggio di 35/50 è, infatti, contrario al Decreto Legislativo 297/94.

Ma certamente una soluzione del genere provocherebbe la reazione di chi ha superato il test preselettivo e spera quindi oggi nel posto a cattedra vista la riduzione drastica di candidati concorrenti.

Considerando l’elevato numero dei candidati che si sono iscritti alla preselezione, il ministro dell’Istruzione Profumo ha deciso di sbarrare il numero di candidati per i prossimi concorsi.

Al concorso scuola 2012 i candidati erano più di 320 mila per 11542 cattedre a disposizione ma se si tiene conto che ogni candidato poteva con una domanda unica candidarsi per più posti o classi di concorso, a patto che fosse nella stessa regione, il numero dei candidati aumenta ulteriormente.

I test preselettivi hanno poi ridotto il numero dei candidati molto più di quanto avesse prospettato il Miur ma se le domande inziali erano 501.287 vuol dire che dopo la prova scritta specifica all’orale si presenteranno centinaia di migliaia di candidati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il