BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):



Legge di stabilità: oggi giovedì 20 Dicembre 2012 approvazione ufficiale. Le misure e novità

Le novità ufficiali della Legge di Stabilità: cosa prevedono


La commissione Bilancio del Senato ha approvato la Legge di Stabilità: tra le novità previste, le modifiche all’Imu, la nuova imposta sulla casa che da quest’anno ha sostituito la vecchia Ici, e dal 2013 l’intero suo importo andrà nelle casse dei Comuni e non più per metà in quelle dello Stato.

In seguito a questa decisione si è anche stabilito che sulla seconda casa l’aliquota massima possibile scende dall’attuale 1,06% allo 0,96%. Modifiche previste anche nel mondo delle rc auto, per cui salta la tolleranza di 15 giorni prevista dal Codice civile ma sarà comunque garantita una copertura per i 15 giorni successivi al termine della polizza.

Slitta poi di un anno, dal 2013 al 2014, l’obbligo per cui le scuole di libri di testo digitali; e per i medici di base ad indicare sulle ricette il nome del principio attivo del medicinale che prescrivono.

Novità anche per quanto riguarda la ricongiunzione dei versamenti previdenziali, che tornerà gratuito, come avveniva in precedenza, sempre che il passaggio sia avvenuto entro il 30 luglio 2010. Per gli altri, invece, rimarrà in vigore il ricongiungimento oneroso, che potrebbe costare molte decine di migliaia di euro.

Via libera alla possibilità di acquistare biglietti dei mezzi pubblici attraverso il proprio telefono cellulare. Novità previste anche per i precari delle P.A.: un nuovo emendamento prevede, infatti, una proroga per salvare i precari della Pubblica amministrazione e una per salvare gli inquilini con il blocco degli sfratti.

In particolare, il provvedimento prevede che ai precari con almeno 3 anni di servizio nella P.A. possano essere riservati fino al 40% dei posti banditi nei concorsi e la possibilità di una proroga del contratto fino al 31 luglio 2013. Salgono le risorse per permettere a Comuni e province di allentare il Patto di stabilità e arrivano minori tagli ai trasferimenti. In particolare: 600 milioni andranno ai Comuni per l'allentamento del Patto di stabilità, 180 milioni ai piccoli Comuni sotto i cinquemila abitanti e 200 milioni alle province per lo stesso scopo.

Beneficeranno di 20 milioni di euro, sempre per allentare il Patto interno, i Comuni che hanno aderito alla presentazione dei bilanci sperimentali. A questo importo si sommano 400 milioni di minori tagli.

Per i minori tagli, la copertura è garantita dall'utilizzo dei crediti Iva per le imprese (in termini di saldo netto e quindi competenza) e dal fondo per le compensazioni finanziarie (in termini di cassa).

Per i disabili gravi, le risorse complessive previste dal disegno di legge di stabilità destinate all'assistenza domiciliare ammontano a 115 milioni di euro, contro i 200 milioni promessi a metà novembre dopo gli scioperi della fame dei malati di sla.

Niente proroga per l'entrata in vigore della norma che introduce le gare per l'apertura delle sale da poker: la misura permetterà da subito l'arrivo di nuovi spazi per il gioco d'azzardo.

Per effetto di questa norma, il bando per l'apertura di mille nuove sale da poker potrà essere emanato già dal primo gennaio 2013 e non dal 30 giugno, come previsto inizialmente. In arrivo nel 2014 la nuova Tares, la tassa sui rifiuti e sui servizi che si pagherà in quattro rate da aprile 2013 e un’ultima rata anche il conguaglio. Possibilità, dal 2014, di pagarla in un'unica rata.

Previste più risorse per gli ammortizzatori sociali in deroga potranno contare su più risorse: fino a 1,7 miliardi. Oltre agli 800 milioni già previsti, arrivano 500 milioni dal Fondo di coesione per le Regioni, obiettivo convergenza, 200 milioni dal Fondo produttività e 246 milioni dal fondo Brunetta, previa verifica.

Stop alle trattenuta del 2,5% sul Tfr in busta paga per i dipendenti pubblici e prorogata, di un anno, l'entrata in vigore delle norme contenute nel decreto Salva-Italia, che riguardano il trasferimento delle funzioni dalle province a Regioni e Comuni.

Stop anche alle elezioni nelle province per il 2013. Congelata per un anno anche la riorganizzazione delle prefetture, allineata a quelle delle province. Cresce il fondo per le università che arriva a 100 milioni di euro per il 2013 e cambia infine la tobin tax, la tassa sulle transazioni finanziarie che entrerà in vigore dal primo marzo 2013: l'imposta massima è fissata a 200 euro per operazioni con sottostante pari a oltre un milione di euro. Esentata la finanza etica.

La rimodulazione dell'imposta coinvolge anche le categorie di derivati soggetti a imposta che da 2 diventano 3. Due le aliquote (dello 0,1% per le operazioni nei mercati regolamentati e dello 0,2% per le operazioni nei mercati Otc). Inoltre è prevista una terza aliquota anti-speculativa, che sarà dello 0,02%. San Francesco e Giuseppe Verdi.

Stanziati poi due miliardi e 200 milioni per la Tav Torino-Lione in 15 anni. Un milione e mezzo di euro, inoltre, per far fronte agli impegni derivanti dal semestre di presidenza italiana dell'Unione europea del 2014.

I comuni montani avranno a disposizione un fondo integrativo di un milione di euro per il 2013 e di 6 milioni all'anno a partire dal 2014, mentre altri cinque milioni andranno al corpo forestale dello Stato per le spese di funzionamento degli aerei anticendio nel 2013.




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 20/12/2012 alle ore 08:09