BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Trenord: risarcimenti record per passeggeri per i ritardi. Come fare richiesta tramite Codacons

Codacons chiede maxi risarcimento a Trenord. Al via class action



Dopo i giorni di forte caos e disagi nei traposti ferroviari lombardi a causa del tilt del nuovo  cervellone di Trenord, sono piovute richieste di danni e risarcimenti proprio all’azienda.

Ad annunciare la class action da parte dei pendolari alle prese per quasi una settimana con problemi di circolazione e organizzazione a causa di ritardi e cancellazioni era stato qualche giorno fa il Codacons. Ed ora è stato chiesto un maxi risarcimento  di 3.650 euro a passeggero.

E' la richiesta che avanzerà il Codacons nella class action contro Trenord, società di trasporto regionale lombardo. Potranno partecipare alla class action tutti i passeggeri coinvolti nelle giornate interessate, dal 10 al 14 dicembre. Chiesta anche la restituzione del biglietto o dell'abbonamento.

Il risarcimento chiesto di 3.650 euro, è così suddiviso: 2000 euro per i danni non patrimoniali (biologici e/o morali e/o esistenziali) subiti dagli attori; 500 euro per ciascun attore per le violazioni delle condizioni generali di trasporto, della normativa nazionale e comunitaria; 500 euro per ogni treno soppresso, cioè per ogni ritardo superiore ai 90 minuti; 500 euro per le condizioni di viaggio, di attesa, di mancanza di assistenza e di mancanza di informazione subite dai medesimi dal giorno 9 dicembre 2012 e per tutta la settimana sino al 14 dicembre; e 150 euro per ogni ora di lavoro perduta a causa dei fatti descritti in narrativa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il