Spread Btp-Bund sotto 280 punti ancora più in basso. Ma allarme per disoccupazione nel 2013

Lo spread continua a calare ma è allarme disoccupazione nell’Eurozona



Ieri lo spread tra Btp e Bund ha chiuso a 275 punti base (minimo di seduta a 274) attestandosi sui valori minimi da metà agosto 2011. Il rendimento del Btp a 10 anni termina al 4,23%, livello che non si vedeva da novembre del 2010.

Ma se l’andamento dello spread fa tornare entusiasmo sui mercati e prospetta un ottimismo futuro a preoccupare particolarmente ora è il mercato del lavoro. Ed è allarme secondo la società di consulenza e revisione Ernst&Young. Il numero dei disoccupati nell'Eurozona, secondo dati recenti, salirà nell'anno quest'anno a quota 20 milioni. Un record storico.

Gli esperti di Ernst&Young prevedono che le negative prognosi e prospettive per la congiuntura nell'Eurozona nell'anno in corso causerà inevitabilmente un aumento dei disoccupati.

Il prodotto interno lordo (Pil) dell'Eurozona calerà dello 0,2%, dopo il meno 0,4% registrato nel 2012. Si preanuncia poi particolarmente pesante la situazione in Grecia, dove il Pil dovrebbe calare del 4,3% e la disoccupazione toccherà quota pari al 28% della popolazione attiva.

Non va meglio in Spagna, dove si prevede una crescita della disoccupazione fino al 27% del totale della popolazione attiva, mentre si preanunciano positivi i dati del mercato del lavoro in Germania, dove il tasso di disoccupazione resta stabile al 6,8%, cioè alla quota più bassa dal 1991, l'anno successivo alla riunificazione tedesca.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il