BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Aspi in sostituzione di mobilità, cassa integrazione straordinaria e indennità disoccupazione.Novità

Al via nuove Aspi e mini Aspi: per chi valgono e quanto durano



E’ entrata in vigore dal primo gennaio la nuova Aspi, l’Assicurazione sociale per l’impiego che sostituisce la mobilità e che vale per tutti quei lavoratori incorsi nella disoccupazione dopo il primo gennaio 2013 (secondo le specifiche del decreto legislativo 181/2000).

I requisiti per accedervi sono la non volontarietà di perdita del lavoro, almeno due anni di contributi assicurativi e non meno di uno contro la disoccupazione (in misura equivalente il nuovo regime Aspi come quello vecchio DS) nell’arco dei 24 mesi antecedenti la fine del rapporto di lavoro.

Coloro che sono rimasti senza un posto prima del 31 dicembre 2012 possono sempre ricorrere però alla vecchia disoccupazione. Insieme allìAspi arriva anche la mini-Aspi che riguarderà anche gli eventi occorsi prima del 2013 ed è appannaggio di quei contribuenti che siano stati licenziati mettendo da parte almeno 13 settimane di contributi nei 12 mesi prima del periodo di disoccupazione.

Aspi e mini-Aspi valgono per tutti i lavoratori dipendenti, inclusi gli apprendisti e i soci di cooperativa assunti in qualità di subordinati e i lavoratori in ambito artistico con medesima qualifica di assunzione.

La durata prevista per l’Aspi è di 8 mesi fino ai 50 anni di età e di 12 per gli ultra 50enni, con decurtazione del 15% dopo il primo semestre e di un ulteriore 15% dopo il primo anno. La mini Aspi vale invece  per un totale di settimane corrispondente alla metà di quelle calcolate nei dodici mesi prima dell’arrivo della disoccupazione.
 
 
Autore:

Marianna Quatraro 

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il