BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Calcioscommesse 2012-2013: inchiesta di Bari. Antonio Conte rischia omessa denuncia sportiva

Chiuse le indagini preliminari per presunta combine di due partite del Bari: la situazione



Sono una ventina gli indagati (tra cui molti calciatori) cui la Procura di Bari sta per notificare l'avviso di conclusione delle indagini preliminari per presunte combine nelle partite Bari-Treviso (0-1) di serie B del 10 maggio 2008 e Salernitana-Bari (3-2), sempre del torneo cadetto, del 23 maggio 2009.

Il numero dei destinatari dei provvedimenti non sarebbe superiore a 25, tutti accusati di frode sportiva. Tra questi vi sarebbero diversi ex calciatori del Bari, ma anche di Salernitana e Treviso, e dirigenti.

Nell'inchiesta sono da tempo indagati anche gli ex calciatori biancorossi Cristian Stellini e Andrea Ranocchia. Le notifiche degli avvisi di conclusione delle indagini, che solitamente preludono alla richiesta di rinvio a giudizio, saranno eseguite nei prossimi giorni dai carabinieri del Reparto operativo di Bari che hanno condotto le indagini.

Copia degli atti sarà trasmessa alla procura federale della Figc per le valutazioni disciplinari. Estraneo ai fatti l'allora allenatore del Bari e attuale tecnico della Juve, Antonio Conte, che nell'inchiesta è un semplice testimone.

Il nome di Conte, che lo scorso 9 dicembre ha finito di scontare una squalifica di quattro mesi, compare spesso negli atti e non è escluso che di lui e di altri si possa occupare presto la giustizia sportiva per valutare eventuali profili di omessa denuncia. A breve la procura pugliese concluderà anche le indagini sulle presunte combine di Bari-Sampdoria (0-1) e Palermo-Bari (2-1).
 
Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il