Esodati: decreti e coperture Monti e Fornero non ancora pubblicati in Gazzetta Ufficiale

Pd e Pdl pronti a soluzioni per esodati. Manca ancora pubblicazione decreti. ‘Vergognoso’



Sono ancora molto incerti i numeri sulle cifre esatte degli esodati, di quei lavoratori che, a seguito dell’entrata in vigore delle norme previdenziali fissate dalla nuova riforma Fornero, rischiano di rimanere senza pensione e senza lavoro.

Si tratta di una questione in discussione ormai da mesi ma ancora apertissima e forse anche ricca di promesse per il futuro, giacchè il prossimi candidati alle elezioni, al momento con i nomi di Bersani e Berlusconi, promettono di sciogliere finalmente il loro nodo.

Secondo la Cgil, sarebbero ancora 200 mila le persone senza tutele. Il sindacato arriva a questa cifra riunendo, in particolare, tutti i lavoratori che hanno sottoscritto accordi di mobilità validi dopo il 4 dicembre 2011, quelli che hanno firmato fuori dalle sedi di carattere governativo, e chi, entro il 6 dicembre 2011, non aveva ancora effettuato un solo versamento volontario.

Rientrano in questa platea anche molte donne che, in base alla riforma del ’92, potevano andare in pensione a 60 con soli 15 anni di contributi. Proprio per tutelare queste persone, il Pd si dice pronto ad affrontare una volta per tutte la questione, cercando di trovare una soluzione per tutti quei lavoratori che a seguito delle nuove norme della riforma Fornero rischiano di rimanere senza pensione e senza lavoro e Pierluigi Bersani, leader del Pd, ha confermato che uno dei primi punti del suo programma sarà proprio quello di sistemare gli esodati e nello stesso tempo prevedere un’uscita pensioni più graduale.

Pronto anche il Pdl a rivedere la norma esodati. Berlusconi ritiene addirittura poi che la riforma Fornero debba essere ‘annullata’. Ma manca ancora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti contenenti le eventuali coperture previste dal governo Monti per gli esodati, cosa ritenuta ‘vergognosa e inaccettabile’ e il nodo si fa sempre più ingarbugliato.

Intanto, in Liguria nasce una nuova iniziativa per gli esodati: la Regione Liguria ha istituito un indirizzo e mail e un numero verde dedicati, pensati per raccogliere tutte le segnalazioni relative al problema degli esodati in Liguria. L’indirizzo mail è esodati@regione.liguria.it.

Chi non usa internet, potrà telefonare al numero verde di Regione Liguria, 800 445 445, e lasciare agli addetti i propri dati e il proprio recapito. Il call center è attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 16.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il