BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Obbligazioni 2013: nuovi titoli con alti rendimenti nonostante la crisi economica continui

Torna l’euforia sui mercati ma è ancora forte crisi: la situazione



E' iniziata la corsa ai corporate bond: gli investitori sono tornati a sottoscrivere titoli ad alto rischio, acquistano bond dei Paesi periferici, sia statali che aziendali, e azioni, senza tralasciare i bond del fondo Esm collocati in settimana a tassi sotto zero, con una euforia giustificata dalla grossa liquidità pompata dalle banche centrali, ma, secondo molti, ingiustificata considerando lo stato reale dell'economia.

Nonostante infatti il ritrovato entusiasmo sui mercati, questo è anche il momento in cui si lamenta una forte pressione fiscale e un forte livello di disoccupazione, forse il picco record, non solo in Italia ma in tutti i Paesi dell’Eurozona.

Eppure in questo inizio anno, le Borse hanno ripreso a volare, lo spread a raggiungere valori minimi che da mesi non si toccavano e le obbligazioni aziendali più sicure, quelle con rating elevati, garantiscono rendimenti sotto i livelli del 2007.

E così le aziende e le banche italiane hanno emesso tanti bond, nei soli primi 11 giorni del 2013, come non accadeva dal lontano 2003: secondo i calcoli realizzati da Dealogic per Il Sole 24 Ore, complessivamente l'ammontare totale è stato di 3,67 miliardi di euro, sette volte superiore quello realizzato nei primi 11 giorni del 2012.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il