BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Precari e assegni di disoccupazione Aspi: come funzionano. I requisiti per poter fare domanda

Aspi e mini Aspi per nuovi disoccupati: come fare ad averle



L’Aspi, la nuova Assicurazione sociale per l'impiego, è il nuovo strumento di sostegno ai disoccupati.  Si tratta di un'indennità mensile ai lavoratori dipendenti del settore privato, compresi gli apprendisti e i soci di cooperative di lavoro che sostituisce l'indennità di mobilità, l'indennità di disoccupazione non agricola a requisiti normali e ridotti, e l'indennità di disoccupazione speciale edile.

Per ottenere l’Aspi, bisogna aver perso il posto di lavoro dopo l'inizio del 2013, per cause indipendenti dalla volontà del disoccupato e potranno beneficiarne tutti i lavoratori con almeno 2 anni di anzianità e almeno 1 anno di contributi versati nei 24 mesi che precedono il periodo di disoccupazione.

L'importo massimo dell'indennità è di 1.119 euro lordi (poco più di 1.050 euro netti) ed è comunque pari al 75% della retribuzione (25% per la parte di stipendio che oltrepassa i 1.180 euro).

Inizialmente gli assegni verranno erogati per un periodo massimo di 8 mesi per i lavoratori che non hanno compiuto ancora i 50 anni, mentre gli over 50 percepiranno il sussidio per 12 mesi.

Dal prossimo anno in poi, la durata dell'Aspi verrà gradualmente innalzata e chi perderà il posto nel 2014 e ha già compiuto i 55 anni di età, per esempio, riceverà l'assegno per 14 mesi mentre per i lavoratori più giovani non cambierà nulla.

Nel 2015, la durata del sussidio crescerà ulteriormente raggiungendo i 10 mesi per chi ha meno di 50 anni, i 12 mesi per chi ha un età tra i 50 e i 54 anni e i 16 mesi per gli over 55.

Le domande per ricevere l'assegno vanno presentate all'Inps (o a un Patronato) entro i 60 giorni successivi alla perdita dell'impiego. Insieme all’Aspi arriva anche la mini-Aspi: per ottenerla bisogna aver lavorato per almeno 13 settimane (cioè poco più di 3 mesi) nell'ultimo anno e l'assegno viene erogato anche in questo caso solo a chi è rimasto disoccupato per motivi involontari, cioè per decisione dell'azienda e viene revocata a chi trova un nuovo impiego.

Il sussidio sarà corrisposto per un periodo pari alla metà delle settimane lavorate durante l'ultimo anno. Per esempio, chi è stato occupato per 4 mesi (16 settimane), riceverà l'indennità per 2 mesi (8 settimane).

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il