BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensione a 57-58-59-60 anni:uscire prima nel 2013 con Riforma Fornero si può ma sempre più difficile

In pensione prima: chi può e a quanto ammonta l’assegno



Andare in pensione prima dei 60 anni a 57, 58 e 59 anni, si può ma questo non permetterebbe al lavoratore di percepire un buon assegno mensile, perchè da esso verrebbero decurtati soldi.

Per la pensione anticipata e per età inferiore ad anni 62, sulla quota del trattamento pensionistico relativa alle anzianità contributive maturate prima del primo gennaio 2012  viene applicata una riduzione percentuale pari a 1 punto percentuale per ogni anno di anticipo nell’accesso al pensionamento rispetto all’età di 62 anni; tale percentuale annua è elevata a 2 punti per ogni anno ulteriore di anticipo rispetto a due anni, cioè rispetto ai 60 anni di età.

Chi, dunque, vuole andare in pensione prima dei 62 anni, chiedendo la pensione anticipata sarà soggetto a una riduzione percentuale per ogni anno di anticipo rispetto all'età massima. La riduzione si applica sulla quota di pensione derivante solo dal sistema retributivo e non contributivo.

Ciò significa che per coloro che hanno un’anzianità contributiva pari a 18 anni al 31 dicembre 1995, la riduzione si applica sulla quota di pensione relativa alle anzianità contributive maturate al 31 dicembre 2011; se inferiore a 18 anni al 31 dicembre 1995, la cui pensione è liquidata nel sistema misto,la riduzione si applica sulla quota di pensione relativa alle anzianità contributive maturate al 31 dicembre 1995.

L’entrata in vigore a pieno regime della Riforma Fornero prevede, dunque, che prima si lascerà il lavoro meno si percepirà di pensione e, fondamentalmente, il principio base della riforma è il metodo contributivo, che considera per il calcolo della pensione esclusivamente quanto versato dal lavoratore, di conseguenza chi decide di andare a riposo più tardi sarà premiato da importi maggiori.

Ma potranno andare in pensione prima solo coloro che usufruiscono delle vecchie regole pensionistiche, il che significa un numero davvero molto basso di lavoratori.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il