BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni forze dell'ordine: le novità 2013 con Riforma Fornero

Adeguamento alla speranza di vita anche per le forze dell’ordine: cosa cambia per andare in pensione



Cambia il mondo delle pensioni con le nuove regole della riforma firmata dal ministro Fornero e cambiano anche i requisiti pensionistici per le forze dell’ordine che si adegueranno anch’esse all’incremento della speranza di vita.

Secondo quanto comunicato dall'Inps, la pensione di vecchiaia dipenderà dal raggiungimento dell’età anagrafica massima prescritta dai singoli ordinamenti, variabile in funzione della qualifica o grado, congiuntamente al requisito contributivo previsto per la generalità dei lavoratori.

Quando si raggiunge il limite di età previsto in relazione alla qualifica o al grado di appartenenza nel 2013 e il dipendente non abbia, a tale data, già maturato i requisiti previsti per la pensione di anzianità, il requisito anagrafico previsto per l’accesso al pensionamento di vecchiaia deve essere incrementato di 3 mesi.

I limiti di età previsti sono di 65 anni per Corpo di Armata e di Divisione, di 63 anni per generali di Brigata, e di 60 anni per tutto il resto. Per il diritto alla pensione, l’anzianità contributiva minima dovrà essere di 20 anni e i requisiti richiesti sono di 40 anni e 3 mesi di contributi, senza prendere in considerazione l’età; per l’anzianità contributiva non al di sotto dei 35 anni e con almeno 57 anni e 3 mesi, mentre la massima anzianità contributiva corrispondente all’aliquota dell’80% e con età anagrafica di almeno 53 anni e 3 mesi.

E così, per esempio, il personale dell'Arma dei Carabinieri e quello della Guardia di Finanza possono andare in pensione di anzianità con i requisiti di 57 anni di età e 35 anni di contribuzione, 40 anni di anzianità contributiva prescindendo dall'età anagrafica e 53 anni di età con la massima anzianità contributiva prevista dall'ordinamento di appartenenza.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il