BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fiat: cassaintegrazione 2013-2014 Melfi ma investimenti e strategie non cambiano. Le ultime notizie

Fiat: al via cassa integrazione alla Fiat di Melfi fino al 2014



La Fiat ha richiesto per lo stabilimento di Melfi (Potenza) la cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione aziendale dal prossimo 11 febbraio al 31 dicembre 2014: a dichiararlo la Fiom-Cgil, che esprime forte preoccupazione perché ad oggi ancora non si conoscono i dettagli degli investimenti per lo stabilimento e chiede alla Fiat e anche alle istituzioni regionali la massima trasparenza nella gestione della Cigs al fine di garantire la rotazione al lavoro di tutti i lavoratori, per impedire come avvenuto a Pomigliano discriminazioni e perdite salariali a danno dei lavoratori.

La cassa integrazione straordinaria a Melfi è necessaria perché per poter realizzare fisicamente gli investimenti per circa un miliardo di euro previsti per lo stabilimento Sata saranno necessari importanti interventi sui fabbricati e sugli impianti, ha precisato l'azienda spiegando che la cigs sarà a rotazione tra tutti i dipendenti.

Lo stesso ad Fiat Sergio Marchionne ha spiegato: “Stiamo installando le nuove linee per fare le nuove vetture. Continueremo a produrre la Punto. Non capisco qual è il problema. Si tratta di una richiesta standard, una procedura normale, che viene fatta per coprire i lavoratori impattati dall'installazione di nuove linee”.

E, infatti, la produzione della Punto nello stabilimento di Melfi (Potenza) della Fiat continuerà anche nei prossimi mesi, dopo l'avvio della cassa integrazione straordinaria per la ristrutturazione in vista della realizzazione dei nuovi modelli di auto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il