BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni 2013: programmi a confronto Pd, Pdl, Lista Monti-Udc, Movimento 5 Stelle e lista Ingroia

I programmi elettorali dei partiti: cosa prevedono



Dalle tasse, a partire dalla più controversa Imu, alle pensioni, al lavoro, alla nuova patrimoniale: sono questi i principali punti intorno a cui ruotano i programmi elettorali dei candidati alle prossime elezioni politiche 2013, da Monti a Bersani a Berlusconi.

L'Imu è la tassa più discussa degli ultimi mesi ed è infatti al centro delle polemiche tra Monti, Bersani e Berlusconi, i quali pensano a soluzioni contrastanti.

Nonostante l’Imu sia stata pensata proprio dal governo Berlusconi, il leader del Pdl si è più volte detto pronto all’abolizione dell’Imu sulla prima casa, proprio come accaduto con l’Ici, mantenendola solo per le abitazioni di lusso. Ma è con il governo Monti che è arrivato il salasso Imu. L’imposta è entrata, infatti, in vigore con il governo tecnico.

Mario Monti, abbandonata la carica di tecnico, si dice comunque aperto a modifiche e cambiamenti. Sull’Imu, Pierluigi Bersani ha già fatto sapere che la tassa non verrà cancellata, neanche per la prima casa, ma sarà sottoposta ad un totale cambiamento.

L’intenzione è quella di ridurre il carico fiscale sulle abitazioni principali con rendite più basse, attraverso l’introduzione di una soglia di esenzione fino ai 500 euro. Modifiche anche per l'Irpef, che verrà alleggerita lievemente per l'aliquota più bassa, aumentando lievemente quella più alta. Udc, Fli, e Scelta Civica mirano a ridurre il prelievo fiscale complessivo, dando la priorità a quello che grava su lavoro e imprese.

La via maestra è comunque la riduzione della spesa pubblica, mentre è ancora in via di definizione il programma del Pdl, e le uniche cose che si sanno sono l'annunciata abolizione dell'Imu prima casa e gli aiuti alle imprese.

Da tempo noto anche il programma del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che tra le proposte annuncia l'abolizione della legge Biagi, il sussidio di disoccupazione garantito, l'abolizione dei monopoli di fatto (in particolare Telecom Italia, Autostrade, Eni, Enel, Mediaset, Ferrovie dello Stato), l'allineamento delle tariffe di energia, connettività, telefonia, elettricità, trasporti agli altri Paesi europei, e disincentivi alle aziende che generano un danno sociale (es.distributori di acqua in bottiglia).

D'accordo con l'abolizione dell'Imu anche Riduzione Civile, movimento dell'ex pm Antonio Ingroia, che propone anche un reddito minimo per i disoccupati e il ripristino dell'articolo 18. 

Novità anche per quanto riguarda il capitolo giustizia: il centrosinistra di Pier Luigi Bersani presenta una carta d’intenti dettagliata in materia, affrontando tante delle questioni centrali, dalla necessità di un cambiamento globale dell’architettura, all’urgenza di stilare un calendario per le cause civili, con l’indicazione di precisi termini di decadenza, all’archiviazione delle accuse penali anche qualora queste si rivelino particolarmente flebili o, ancora, si sia manifestata irrilevanza penale del fatto.

Spazio anche al tema delle carceri spesso sovraffollate, piene di persone ancora in attesa di giudizio; e sempre in tema carceri, viene proposto di assumere più addetti di Polizia penitenziaria, assistenti sociali, psicologi.

Dal canto suo, il centrodestra di Silvio Berlusconi ha da sempre manifestato la volontà di cambiare radicalmente la giustizia, dalla separazione delle carriere tra magistrati inquirenti e giudicanti, alla figura dei magistrati, le cui carriere dovranno seguire i meriti e non l’età anagrafica, stretta al ricorso alle intercettazioni, con divieto di pubblicazione sugli organi di informazione.

Altro punto del programma Berlusconi è quello di dichiarare inappellabili le sentenze di assoluzione, promuovendo, infine, un giro di vite sugli incarichi fuori ruolo dei magistrati.

Anche Monti e la sua squadra si impegnano sul fronte della giustizia, dalla volontà di ridurre i termini di prescrizione per prevenire i reati gravi, disciplinando l’ambito delle intercettazioni.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il