BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensione scuola quota 96: Anief diffida il Miur e fornisce nuove indicazioni per fare domanda

Anief: nuovo modello per ricorso dopo diffida Miur



Persiste ancora il problema per i docenti appartenenti alla cosiddetta Quota 96 che avevano inoltrato domanda di pensionamento con 60 anni di età e 36 di contributi, maturando così il diritto alla pensione entro il 31 agosto 2012 e la possibilità di uscire dal lavoro secondo le vecchie regole pensionistiche, precedenti l’entrata in vigore delle nuove norme previste dalla riforma Fornero e con la cosiddetta Quota 96, data cioè dalla somma del requisiti anagrafico e di quello contributivo.

Ma ora, per conoscere la soluzione definitiva alla questione, bisognerà aspettare il prossimo 21 marzo, giorno in cui si esprimerà la Corte dei Conti.

L'Anief aveva fornito a tutti coloro che volessero fare ricorso il modello cartaceo sostitutivo e il patrocinio gratuito per il ricorso alla Corte dei Conti del Lazio, ma a seguito di alcune lamentele, ha diffidato il Miur per lo sblocco del sistema Web Polis-Istanze on line.

Il personale della scuola interessato e presentare domande di pensionamento deve inviare il nuovo modello aggiornato, sostitutivo di quello cartaceo precedentemente spedito e i precedenti modelli Anief di domanda cartacea già inviati in data antecedente al 22 gennaio 2013 devono essere sostituiti con i nuovi modelli che recano, peraltro, anche la nota sulla diffida.

Chi ha ricevuto il precedente modello, riceverà il nuovo a partire dal 22 gennaio e chi si è recato negli sportelli territoriali deve compilare la scheda dati e inviarla per e-mail come allegato a pensione31agosto2013@anief.net per ricevere il nuovo modello da spedire.

Per inviare domanda basta scrivere all’indirizzo di posta elettronica pensione31agosto2013@anief.net e inoltrare quindi la domanda di pensionamento all’amministrazione e all’ente previdenziale tramite raccomandata A/R con ricevuta di consegna.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il