BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola: punteggi, commissioni, presidi, sede e regole per prova scritta

Come svolgere la prova scritta e i punteggi previsti



Le date ufficiali per lo svolgimento della prova scritta del concorsone per la scuola 2012 si terranno, secondo il calendario ufficiale reso noto lo scorso 15 gennaio, dall’11 al 21 febbraio. Sorteggiate anche le commissioni.

Salutato il caro vecchio tema, la prova consisterà nello svolgimento di un questionario di domande a risposta aperta per valutare le competenze professionali e quelle relative alla disciplina per la quale il candidato si presenta.

La prova sarà uguale in ogni sede sul territorio nazionale, avrà la durata di 2 ore e trenta minuti e la risposta a ciascun quesito dovrà essere di 22 righe. Ogni commissione, per la valutazione, avrà a disposizione una griglia contenente i criteri definiti livello nazionale quali: pertinenza, correttezza linguistica, completezza e originalità.

Ed eventualmente di criteri specifici, differenziati per le diverse aree disciplinari. Il voto delle prove che sono strutturate su 3 o 4 quesiti, a seconda della classe di concorso, è determinato dalla somma del punteggio di ogni singola domanda, per ogni domanda è possibile totalizzare un risultato compreso tra 0 e 10.

Le soglie di accesso agli orali sono rappresentate da 28/40 (prova 4 domande) e 21/30 (prova a 3 domande). La prova prevede un punteggio massimo di 40 punti, dal momento che esiste la possibilità che ci possano essere due o più prove, per coloro che dovranno sostenere una prova scritta multipla, il risultato deriverà dalla media delle prove eseguite.

Perché la prova scritta possa ritenersi superata bisogna ottenere un punteggio minimo di 28 punti, mentre sono 30 i punti destinati alle prove di laboratorio e, anche in questo caso se le prove fossero molteplici per avere un risultato finale veritiero sarà necessario fare una media dei punteggi conseguiti per ciascuna prova. La prova sarà superata con il raggiungimento del criterio di 21 punti.

Il candidato dovrà esibire un documento di identità in corso di validità e saranno messi a disposizione fogli bianchi per eventuali brutte copie che però dovranno essere tenuti distinti dal foglio della prova e non inseriti nel plico da consegnare al termine della prova stessa. Pena la nullità della prova stessa.

Per tutte le prove sarà consentito l'uso del dizionario della lingua italiana, mentre non sarà ammesso l'uso di calcolatrici di qualsiasi tipo, ad eccezione della calcolatrice scientifica nelle classi di concorso previste.

Per quanto riguarda le sedi di svolgimento della prova, il numero di edifici scolastici coinvolti per lo svolgimento della prova si aggirano tra 300 e 500 e solo il 25 gennaio sarà pubblicato l'elenco effettivo per ciascuna regione delle scuole individuate dagli uffici scolastici regionali.

Solo i candidati di lettere delle scuole secondarie di primo e secondo grado (ambiti 4 e 9) del Molise faranno le prove in una regione diversa da quella che hanno selezionato; infatti dovranno trasferirsi nel capoluogo abruzzese, dove i loro ambiti sono stati uniti a quelli analoghi dell’Abruzzo e dove sarà presente un’unica commissione giudicante.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il