Borsa italiana e le azioni dei settori migliori che possono crescere nel 2013. I consigli analisti

Intesa Sanpaolo, Azimut, Stm, Fiat, Enel: i titoli su cui puntare nel 2013



Con l’inizio del nuovo anno, avvenuto alla luce di un improvviso calo dello spread fra btp italiani e bund tedeschi, e un’improvvisa virata verso il positivo dei listini azionari, torna la fiducia sui mercati, torna la voglia di investire da parte dei risparmiatori e torna la voglia di guadagno, nonostante poi la situazione attuale non sia decisamente tanto rosea.

Eppure, secondo un'analisi di Corriereconomia, ci sono settori come le banche e i media che in poco più di un mese hanno raggiunto incrementi del 27,2% e del 23,1% rispettivamente.

Bene anche i comparti auto (+15,5%), immobiliare (+19,1%), due dei forti penalizzati dell’anno appena trascorso, e hi tech (+14%). E secondo gli analisti saranno proprio i settori di banche e assicurazioni, industriali, media e hi tech, quelli che potrebbero crescere fortemente in questo 2013, quelli su cui puntare in maniera quasi sicura.

Questo, perlomeno, quanto emerge dalla ricerca mensile condotta da Bofa Merrill Lynch sull'orientamento delle scelte di un panel di circa 250 grandi investitori professionali in Europa.

Secondo gli analisti di Augustum Opus, se lo spread dovesse continuare a scendere, saranno proprio il settore delle banche e dei servizi finanziari a trarre il maggior beneficio, con in testa titoli come Intesa Sanpaolo e Azimut, favoriti poi Stm tra i tecnologici, Ferragamo nel lusso, Prysmian e Pirelli nell'industria, Fiat ed Enel.

Occhi puntati soprattutto su Intesa Sanpaolo, la banca italiana con la migliore situazione patrimoniale e con possibilità di un dividendo stabile o addirittura crescente nei prossimi anni.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini pubblicato il