BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Multe auto: ricorso nel 2013 al giudice di pace. Novità, regole, tempi, condizioni e scadenze

Aumenta costo ricorso al giudice di pace per multe: le novità



In arrivo novità per quanto riguarda la presentazione dei ricorsi al giudice di pace in caso di contenziosi riguardanti violazioni al codice della strada e quindi sulla possibilità di contestate la multa.

In questo nuovo anno aumentano non solo i costi delle sanzioni per i guidatori meno disciplinati che commettono errori e infrazioni, ma aumenta anche il contributo unificato per avviare una causa presso il giudice di pace, che da 38 euro passa agli attuali 45.

A chi, comunque, vince la causa saranno rimborsate le spese processuali ed anche il contributo unificato versato per avviare il ricorso contro la multa stradale, ma non dagli uffici giudiziari bensì dalla controparte del ricorso, quindi il comune che tramite l’agente di polizia municipale ha irrogato la sanzione per violazione al codice della strada.

Per ridurre i contenziosi in tema di multe stradali e quindi ridurre i ricorsi al giudice di pace, altra novità prevista riguarda il tempo. In particolare, il 6 ottobre 2011 è entrato in vigore il decreto legislativo n. 190 del 2011 che prevede che il termine di presentazione del ricorso multa stradale sia ridotto dai 60 ai 30 giorni, il che significa minor tempo per l’automobilista di poter presentare ricorso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il