BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Esodati: domande rifiutate posso essere rifatte. Le conseguenze

Nuova circolare Inps: cosa cambia per le domande esodati



Ancora novità per quanto riguarda gli esodati: una nuova circolare dell'Inps, di questi giorni, ha infatti comunicato che le richieste di salvaguardia già rigettate potranno essere ancora riconsiderate.

E così, coloro che sembravano non avere i requisiti per la salvaguardia potranno ancora rientrare nella platea di coloro che riceveranno salvaguardie dal governo.

Le domande rifiutate verranno infatti nuovamente analizzate ma questa novità potrebbe ritardare l’erogazione degli assegni per le decine di migliaia di lavoratori tutelati, che, secondo quanto annunciato qualche giorno fa dal ministro Fornero, già da febbraio dovrebbero ricevere le lettere.

Ma adesso, con la riconsiderazione delle domande prima respinte e le conseguenti fasi di studio necessarie, l’attesa rischia di allungarsi nuovamente per gli esodati.

La nuova circolare Inps fornisce alcuni chiarimenti per coloro che, in passato, abbiano versato contributi per una delle Casse professionali e viene precisato che gli interessati non subiranno alcun trattamento di sfavore, potendo rientrare pienamente tra i tutelati in uno dei primi tre provvedimenti ad hoc previsti dal governo.

Intanto è di nuovo caos sul numero di coloro che necessitano di tutele: ci sarebbero, infatti, altre 150 mila persone senza tutele, oltre ai 130 mila salvaguardati dal governo (che quindi possono andare in pensione con le vecchie regole).
 
 
Autore:

Marcello Tansini

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il