BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Saipem ed Eni: crollo in Borsa. Rischi azioni e obbligazioni. I motivi e ultime notizie aggiornate

In ribasso la Borsa milanese trascinata dal crollo di Eni e Saipem



Nuovo tonfo in Borsa per il Montepaschi di Siena travolto dallo scandalo derivati: le azioni della banca senese hanno infatti chiuso in caduta libera (-9,46%) a 0,24 euro. Ancora forti gli scambi, pari al 4,49% del capitale (circa 525 milioni di azioni). Ma non solo: crollano anche Saipem ed Eni.

Saipem scivola in Borsa con il profit warning sull'utile 2012 e 2013. Il titolo è crollato del 34,29% a 20 euro e in una seduta la capitalizzazione è scesa da 13,5 a 8,8 miliardi di euro.

Gli azionisti, incluso l'Eni (e quindi il Tesoro), hanno visto andare in fumo 4,7 miliardi. La Consob ha, inoltre, vietato le vendite allo scoperto sul titolo Saipem nella seduta di domani.

Negativa anche Eni che cala del 4,7% con volumi oltre tre volte la media di un'intera seduta. Secondo quanto riferisce a Reuters il direttore finanziario Massimo Mondazzi, la revisione al ribasso delle stime su Saipem avrà un impatto per la controllante di 200 milioni di euro nel 2013, circa il 3% dell'ultimo utile annuale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il