BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dichiarazione imu: le regole nazionali e comunali per la presentazione. Scadenza 4 Febbraio 2013

Come presentare la dichiarazione Imu: attenzione alle variazioni comunali



E’ fissato per il prossimo  4 febbraio 2013 il termine di presentazione per la dichiarazione Imu destinata ai nuovi alloggi adibiti ad abitazione principale e relative pertinenze, solo nel numero di una per ogni categoria catastale, in quanto le informazioni provenienti dalla banca dati anagrafica non individuano il corrispondente immobile nella banca dati catastale.

Nel caso di coniugi che abbiano ciascuno un’abitazione principale nello stesso comune e risultino residenti rispettivamente in ognuna di queste, avrà diritto agevolazioni di legge e quindi dovrà presentare la dichiarazione di Imu, solo uno dei due e dovrà essere dichiarata l'abitazione scelta come principale.

Dovranno presentare la dichiarazione Imu tutti i proprietari di immobili storici e sottoposti a vincolo artistico con atto ministeriale.

Sono obbligati a presentare la dichiarazione Imu i soggetti titolari di immobili che godono di riduzioni di imposta, come fabbricati inagibili, inabitabili, di interesse storico-artistico, immobili che godono di riduzioni di aliquota deliberate dai comuni, fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, nonché terreni agricoli, anche non coltivati, posseduti e condotti da coltivatori diretti, cioè in tutti quei casi in cui il comune non è in possesso delle informazioni necessarie per verificare il corretto adempimento dell’obbligazione tributaria, ad esempio quando l’immobile è stato oggetto di locazione finanziaria, o di un atto di concessione amministrativa su aree demaniali.

Nei casi di abitazioni in affitto, deve presentare la dichiarazione Imu solo chi ha stipulato con l’inquilino un contratto a canone concordato. Nel caso di condomini, la dichiarazione Imu deve essere presentata dall’amministratore del condominio per conto di tutti i condomini.

Se l’amministrazione riguarda più condomini, per ognuno di essi va presentata una dichiarazione Imu distinta. Devono presentare la dichiarazione Imu anche gli imprenditori agricoli e coltivatori diretti, cui però sono destinate due agevolazioni.

Queste categorie usufruiscono, infatti, della riduzione della base imponibile fino al valore del terreno pari a 32mila euro e dell’applicazione del coefficiente moltiplicatore 110 in luogo di 135 del reddito dominicale.

Per presentare la dichiarazione Imu si potrà spedire per posta all’Ufficio tributi del comune con raccomandata senza avviso di ricevimento, scrivendo sulla busta la dicitura Dichiarazione IMU e indicando l’anno di riferimento ovvero 2012; o inviarla telematicamente attraverso un indirizzo di posta elettronica certificata che assume lo stesso valore di una raccomandata cartacea; o ci si potrà recare direttamente al Comune chiamato a rilasciare la ricevuta.

Il tutto risulterebbe così molto semplice, ma in realtà non lo è: sono diversi, infatti, i Comuni italiani che hanno stabilito regole differenti per la presentazione di tale dichiarazione, variando la data di consegna della dichiarazione nel comune di appartenenza e i documenti supplementari da affiancare. Occorre, dunque, prestare grande attenzione al momento della compilazione del modello, alle variazioni comunali previste.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il