BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borsa italiana 2013: +10% a fine anno nonostante Mps e Saipem. Bene anche previsioni spread btp-bund

Borsa italiana in crescita nel 2013: le opinioni degli esperti



Che il 2013 sarà l'anno del 'riscatto' delle Bosre è cosa già diffusa ma addirittura per Piazza Affari, secondo un'analisi di Corriereconomia, i più ottimisti stimano una risalita nei prossimi 12 mesi di oltre il 10%, nonostante il crosllo di questi ultimi giorni di titoli come Saipen ed Monte dei Paschi di Siena, per i meno ottimisti, invece, il rialzo sarà compreso tra il 5 e il 10%.

E tra i settori preferiti spiccano banche e polizze mentre tra i titoli che raccolgono maggiore interesse figurano Eni e Generali. E così i bond, veri protagonisti della crisi, secondo le previsioni esperti, dovrebbero lasciare il posto a un maggior interesse per le Borse, alimentato dal ritorno della propensione al rischio.

E’ di questo parere Giordano Lombardo, presidente di Pioneer investment sgr, secondo cui “In un contesto caratterizzato da una certa ripresa dell’economia globale sono da privilegiare gli asset rischiosi come le azioni e le obbligazioni societari.

Con un maggior peso sulle Borse che, in questo momento, offrono valutazioni interessanti soprattutto in Europa”. E sono gli stessi esperti a ritenere che la Borsa italiana possa vivere un anno addirittura eccezionale, nella speranza che anche lo spread possa scendere ulteriormente.

In generale, comunque, da ciò che emerge da Corriereconomia, è che il rendimento del mercato azionario italiano potrà raggiungere una crescita a due cifre solo se dovesse confermarsi la stabilizzazione degli indicatori economici e non si presentassero sorprese negative sul fronte politico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il