BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Azioni,obbligazioni,fondi di investimento: i pro e contro per cercare i migliori rendimenti nel 2013

Come ottenere migliori rendimenti in questo inizio 2013: consigli



Lo scenario economico per quanto riguarda gli investimenti in Italia, nel giro di poco tempo, sembra decisamente mutato. Ed ecco, dopo un lungo di periodo di sofferenza, tornare a salire le azioni.

Per azioni, obbligazioni e titoli di stato, il 2013 si preannuncia come un buon anno e, secondo le previsioni, andranno particolarmente bene in Italia le obbligazioni societarie che, tra l’altro, offriranno la possibilità di scegliere tra un numero elevato di strumenti.

Sin da inizio 2013, poi, è iniziata la corsa ai corporate bond e gli investitori sono tornati a sottoscrivere titoli ad alto rischio, acquistando anche bond dei Paesi periferici (statali e aziendali) e azioni.

Senza dimenticare i btp e i bond decennali. Bene anche i titoli di Stato italiani a cedola fissa, il cui valore aumenterà, grazie al guadagno in conto capitale e al contributo insostituibile degli interessi che questi titoli pagano semestralmente.

Il Sole 24 Ore ha provato a delineare gli scenari per i maggiori strumenti di investimento, dai fondi, ai bond, alle azioni, per capire dove è meglio orientarsi per guadagnare di più.

Ne è emerso che andranno bene i fondi azionari e obbligazionari a dividendo e i fondi cedola. Durante tutto il 2012 i fondi hanno riscosso successo tra gli investitori soprattutto nel comparto obbligazionario e le cedole non hanno disulluso gli investitori.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il