BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spread Btp-Bund a 280 e crollo Borsa. Elezioni 2013, scandalo Mps, crisi economica tra i motivi

Torna a salire lo spread e le Borse crollano: i motivi



Lo spread torna a salire e la Borsa a crollare: l’entusiasmo è durato solo poco. Il differenziale tra Btp e Bund ha infatti superato i 280 punti base per la prima volta dal 9 gennaio.

Il rendimento del Btp decennale è in rialzo al 4,45% e a rimettere sotto pressione il l’Italia, secondo alcuni analisti, sarebbero le turbolenze sul versante politico e l’incognita sull’esito delle elezioni che si terranno 24 e 25 febbraio.

Torna a crollare anche Piazza Affari (-4,5%), travolta da un'ondata di vendite, in una giornata che ha visto chiudere in negativo tutte le piazze europee con Milano, maglia nera in un'Europa che teme anche l'ipotesi di elezioni anticipate in Spagna.

Male le banche, Unicredit soffre e perde oltre l'8%. Finmeccanica -6,75% e Mediaset -6,27% . A far temere che si riapra una nuova fase di crisi del debito contribuiscono, secondo gli operatori, le promesse elettorali di Silvio Berlusconi e la prospettiva di un suo ruolo rafforzato dall'esito del voto, nonché lo scandalo che ha travolto Monte dei Paschi di Siena.

Sarebbero, anche secondo il Wall Street Journal, proprio il caso Mps e le promesse elettorali dell'ex premier italiano, Silvio Berlusconi, a pesare sull'andamento dei mercati.

Dello stesso parere il britannico Financial Times, che imputa alle incertezze di Italia e Spagna l'andamento negativo dei mercati anche negli Usa.

Chiude, infatti, in ribasso Wall Street, sotto pressione per i nuovi timori sul fronte europeo e dopo il dato deludente degli ordini alle fabbriche americane. Il Dow Jones cede lo -0,93% a 13.880,54 punti e il Nasdaq l'1,51% a 3.131,17 punti.  Anche l'indice S&P500 ha perso l'1,15% a 1.495 punti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il