BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola: prova scritta 11 febbraio 2013. Regole e chiarimenti ufficiali

Prova scritta concorso scuola: quando si parte e come si svolgerà



Si parte l’11, e si terrà fino al 21, lo svolgimento delle prove scritte del concorso per la scuola 2012. Alla prova ora possono accedere anche coloro che alla preselezione hanno raggiunto un punteggio di 30.

Non necessariamente 35, dunque. La decisione è arrivata dal Tar Lazio che ha accolto un ricorso dell'Anief contro la soglia di 35/50 alle preselezioni del concorso per essere ammessi alle prove scritte.

La prova scritta consisterà nello svolgimento di un questionario di domande a risposta aperta, che mirano a valutare le competenze professionali e quelle relative alla disciplina per la quale il candidato si presenta. La prova sarà uguale in ogni sede sul territorio nazionale.

La prova scritta avrà la durata di 2 ore e trenta minuti e si articolerà in quattro quesiti a risposta aperta. Le prove verteranno sui programmi disciplinari allegati al bando e sui contenuti trasversali indicati nelle Avvertenze generali.

Per tutte le prove sarà consentito l'uso del dizionario della lingua italiana, mentre non sarà consentito l'uso di calcolatrici di qualsiasi tipo, fatto salvo l'uso della calcolatrice scientifica nelle classi di concorso previste nell'Allegato 3 del bando.

I fogli a disposizione dei candidati per sostenere la prova scritta dovranno essere siglati da almeno uno dei membri del comitato di vigilanza, ai candidati sarà consentito soltanto l’utilizzo della penna nera.

Da domani, 6 febbraio, inizieranno le procedure di download di test dei plichi contenti le domande. La prova scritta prevede un punteggio massimo di 40 punti, dal momento che esiste la possibilità che ci possano essere due o più prove, per coloro che dovranno sostenere una prova scritta multipla, il risultato deriverà dalla media delle prove eseguite.

Perché la prova scritta possa ritenersi superata bisogna ottenere un punteggio minimo di 28 punti, mentre sono 30 i punti destinati alle prove di laboratorio e, anche in questo caso se le prove fossero molteplici per avere un risultato finale veritiero sarà necessario fare una media dei punteggi conseguiti per ciascuna prova.

La prova si reputa superata con il raggiungimento del criterio di 21 punti; il punteggio resta comunque espresso in quarantesimi poiché il risultato della prova scritta si somma a quello della prova in laboratorio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il