BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Linea 5 Milano metropolitana: le novità e il percorso. Data inaugurazione

Inaugurata domenica 10 febbraio la nuova linea Lilla della metro milanese



Sarà inaugurata domenica 10 febbraio la nuova linea della metropolitana milanese, che sarà caratterizzata dal colore Lilla e sarà la prima linea completamente automatizzata della città.

La prima tratta collegherà Bignami a Zara attraverso sette stazioni, Bignami, Ponale, Bicocca, Cà Granda, Istria, Marche e Zara, per un totale di 4,1 chilometri, permette di raggiungere più facilmente alcuni poli come l'università Bicocca, l'ospedale Niguarda e il Cto anche grazie all'interscambio con la linea 3 (fermata Zara).

In questa prima fase, la nuova linea prevede l'apertura dalle 6 alle 22 per permettere la conclusione dei lavori di prolungamento, con una frequenza di sei minuti, che scenderanno a tre con l'apertura delle stazioni Isola e Garibaldi (interscambio linea 2).

Il tempo di percorrenza tra Bignami e Zara è di otto minuti (oggi con il tram in corsia riservata si impiegano circa 20 minuti). Ogni treno può trasportare fino a 536 persone, con 72 posti a sedere e due spazi per agganciare in sicurezza sedie a rotelle, per una capacità di trasporto totale di 5.000 passeggeri a ora in ciascuna direzione.

“Milano ha un metrò in più e una marcia in più”, è il benvenuto che ha dato Giuliano Pisapia alla nuova opera durante un sopralluogo, riferendosi anche all'iter complesso che ha segnato la costruzione della linea, fra ritardi e problemi.

Ma il sindaco ora assicura: “È un primo passo che proseguirà nei prossimi mesi per arrivare da qui a San Siro: sicuramente ce la faremo per l'Expo”. I lavori per i 9 chilometri di prolungamento del metrò 5 fino allo stadio stanno procedendo a pieno ritmo.

I test di collaudo inizieranno a marzo e verranno effettuati alla sera. Per domenica, intanto, per lanciare la Lilla il Comune sta pensando a eventi diffusi, fuori e dentro le stazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il