Eni: nuovo crollo in Borsa. Scaroni e altri indagati per Saipem e tangenti Algeria. Ultime notizie

Una tangente da 197 milioni per appalti in Algeria. Indagato Scaroni, crolla Eni in Borsa



Eni crolla in Borsa con l'amministratore delegato, Paolo Scaroni indagato per la vicenda delle presunte tangenti pagate da Saipem in Algeria. Il titolo ha chiuso a -4,62%. La controllata del gruppo petrolifero, per tutta la seduta valorizzata dagli acquisti, ha guadagnato il 5,26%.

L'ad dell'Eni Scaroni è indagato per corruzione internazionale nell'ambito dell'inchiesta su una presunta maxitangente da quasi 200 milioni di euro per gli appalti Saipem in Algeria.

La tangenti, in particolare, avrebbero un valore totale di 197 milioni di euro che sarebbero state pagate tra il 2008 e il 2010 per ottenere 11 miliardi di dollari di appalti con la Saipem (controllata da Eni) in Algeria suddivisi in otto contratti firmati tra il 2007 e il 2009.

Questi 197 milioni sarebbero stati versati da Eni e Saipem alla società Pearl Partners Limited (basata a Hong Kong) dell’intermediario Farid Noureddine Bedjaoui per aggiudicarsi i lavori del progetto Medgaz e del progetto Mle in joint venture con l’ente di stato algerino Sonatrach.

Nell'inchiesta sulla presunta corruzione internazionale in Algeria sono indagate in tutto otto persone, tra cui l'ad dell'Eni Paolo Scaroni. Gli indagati sono Pietro Varone, dirigente Saipem, Tullio Orsi, ex dirigente Saipem, Pietro Tali, ex ad Saipem, Alessandro Bernini, ex direttore finanziario Saipem, Antonio Vella, altro dirigente Saipem, come Nerio Capanna, anche lui indagato.

E' indagato anche Farid Bedjaoui, il presunto intermediario a cui era riconducibile la società di Hong Kong che ha raccolto le mazzette. Secondo le fonti, Scaroni avrebbe, infatti, incontrato a Parigi un intermediario di una società di Hong Kong, società che avrebbe raccolto le tangenti destinate a funzionari pubblici algerini per gli appalti Saipem. Ma Scaroni replica alle accuse: “Siamo totalmente estranei”.
 

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il