BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Concorso scuola: prova scritta può partecipare chi non aveva superato test. Decisione Tar ufficiale

Gli ammessi alla prova scritta del concorso scuola 2012: i vincitori dei ricorsi



Possono accedere anche coloro che alla preselezione hanno raggiunto un punteggio di 30. Non necessariamente 35, dunque. La decisione è arrivata dal Tar Lazio che ha accolto un ricorso dell'Anief contro la soglia di 35/50 alle preselezioni del concorso per essere ammessi alle prove scritte.

Secondo la III sezione bis del Tar del Lazio, che ha accolto il ricorso presentato dal Codacons per conto di un gruppo di aspiranti docenti, anche i non abilitati che avevano superato il test di preselezione per il concorso della scuola possono accedere alla prova scritta.

E così ai 400 ammessi dal Tar Lazio la scorsa settimana si è aggiunto un altro gruppo di candidati, che, pur privi di abilitazione, avevano sostenuto e superato la preselezione, ma non erano stati convocati per le prove scritte.

Ora, questi candidati sono stati ammessi dal Tar del Lazio con riserva. Per le prove scritte, che prenderanno il via l’11 febbraio, ogni commissione disporrà, per la valutazione di criteri definiti a livello nazionale (pertinenza, correttezza linguistica, completezza e originalità).

La prova scritta consisterà nello svolgimento di un questionario di domande a risposta aperta, che mirano a valutare le competenze professionali e quelle relative alla disciplina per la quale il candidato si presenta. La prova sarà uguale in ogni sede sul territorio nazionale.

La prova scritta avrà la durata di 2 ore e trenta minuti e si articolerà in quattro quesiti a risposta aperta. Le prove verteranno sui programmi disciplinari allegati al bando e sui contenuti trasversali indicati nelle Avvertenze generali.

Per tutte le prove sarà consentito l'uso del dizionario della lingua italiana, mentre non sarà consentito l'uso di calcolatrici di qualsiasi tipo, fatto salvo l'uso della calcolatrice scientifica nelle classi di concorso previste nell'Allegato 3 del bando.

I fogli a disposizione dei candidati per sostenere la prova scritta dovranno essere siglati da almeno uno dei membri del comitato di vigilanza, ai candidati sarà consentito soltanto l’utilizzo della penna nera.

Le prove composte da quattro quesiti potranno arrivare a una votazione massima pari a quaranta, quelle composte da tre quesiti a trenta. Superano la prova coloro che ottengono una votazione minima pari a 28/40 (4 quesiti) e a 21/30 (3 quesiti).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il