BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Spesometro 2013: proroga per 2011 e 2012. La prima è ufficiale, l'altra quasi

Nuova proroga spesometro 2013: cosa comunicare



L'Agenzia delle Entrate ha comunicato un' ulteriore proroga per l'invio da parte degli intermediari finanziari dello spesometro relativo all'anno 2011 e si tratta della terza proroga: la prima scadenza era stata fissata al 30 aprile 2012 , la seconda al 31 gennaio 2013 ed ora al 3 luglio 2013.

Doppia proroga, dunque, per lo speso metro, perché è in arrivo la proroga per l'invio delle comunicazioni 2012 da parte degli operatori finanziari, mentre con provvedimento del 31 gennaio l'Agenzia delle entrate ha previsto lo slittamento al 3 luglio 2013 (il terzo) per quanto riguarda l'invio delle comunicazioni relative al 2011 da parte degli operatori finanziari per le spese effettuate con carte di credito, di debito e prepagate.

Lo spesometro nasce con lo scopo di controllare tutti i pagamenti che superano una certa soglia. Con questo nuovo sistema di controllo, gli intermediari finanziari dovranno divulgare tutti i dati delle operazioni Iva di importo uguale o superiore ai 3600 euro effettuate attraverso moneta elettronica, carte di credito, di debito o prepagate, eseguite dal 6 luglio al 31 dicembre 2011. 

Questo meccanismo permetterà all'Amministrazione finanziaria di avere un quadro più ampio e completo di tutti gli acquisti effettuati da parte di ogni contribuente, al fine di incrementare il numero di informazioni per quantificare la capacità di spesa dei contribuenti.

Inoltre, le transazioni per cui si deve emettere fattura devono essere rese note anche se l'importo è inferiore ai 3 mila euro iva esclusa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il