BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti gratis a zero spese 2013: le offerte di Febbraio

Le migliori offerte conti zero spese di febbraio 2013: quale scegliere



Crescono i costi per mantenere un conto corrente e sempre più spesso si ricercano conti a zero spese, che non prevedono, appunto, alcun costo di apertura, gestione e chiusura, al contrario di molti conti diventati sempre più cari.

Il costo del conto corrente è solitamente composto da una parte fissa, che comprende i canoni legati alle carte di pagamento, le spese per l'invio delle comunicazioni per posta al cliente oltre all'eventuale canone periodico del conto corrente.

Sul costo del conto corrente pesa molto la parte variabile che dipende da quante operazioni esegue allo sportello il titolare del conto, come i prelievi di denaro allo sportello automatico, il pagamento delle utenze, i bonifici etc.

Solitamente le spese che fanno aumentare di molto l'estratto conto sono il canone della carta di credito, che nei conti correnti ordinari è salito da 30 a 36 euro; la carta bancomat, il cui costo di gestione è passato da 10 a 15 euro; il pagamento delle bollette, la cui commissione è aumentata; il pagamento della rata del mutuo, dovuta mensilmente alla banca del finanziamento immobiliare, pari in media a 1,5 euro ma che può arrivare in alcune filiali a 2,75.

I bonifici decretano la spesa più cospicua, si pagano in media per un bonifico destinato ad un'altra banca 4 euro, rispetto ai 3,5 del dicembre 2010, e per un bonifico destinato alla stessa banca 3,5 dai 2 che si pagano prima.

Ed ecco che l'unico modo per risparmiare sul conto corrente è affidarsi ai conti zero costi, che permettono di seguire i propri movimenti bancari attraverso internet, accedendo al sito stesso della banca, che fornisce al proprio cliente le credenziali di accesso.

Il cliente può così effettuare anche pagamenti e bonifici direttamente online senza costi aggiuntivi. Tra i conti correnti migliori a zero spese c’è Conto Corrente Arancio di Ing Direct, che non prevede spese per Carta di Credito Visa Oro e Carta Bancomat, prelievi gratuiti in tutti gli sportelli Bancomat e VPAY d'Europa, operazioni da web, mobile, App e in filiale; a seguire troviamo Conto Che Banca Online, che non prevede il pagamento di canone mensile, imposta di bollo, canone per bancomat e carta di credito, prevede operazioni illimitate online e dal Servizio clienti, tranne che per i bonifici urgenti e di importo rilevanti, e il pagamento di 3 euro per ogni singola operazione effettuata in filiale.

C'è poi il conto Super Genius di Unicredit che prevede il canone azzerato per sei mesi, possibilità di usufruire del servizio di Internet Banking, 24 ore su 24, evitando le code in Agenzia, per effettuare pagamenti (bonifici, bollette, effetti, ricariche cellulari, ecc.), controllare il saldo e i movimenti e molto altro; prelievi senza commissioni; e carta V Pay per prelevi senza commissioni che permette di prelevare contanti o fare acquisti nei negozi, in Italia e all'estero.

Oltre alla tradizionale banda magnetica, è dotata di un microchip, che grazie a sofisticate chiavi di cifratura, assicura un maggior grado di sicurezza e riduce il rischio di clonazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il