BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti personali in leggero aumento, mutui ancora male. Ma molti temono di non riuscire a pagarli

Tornano a salire i prestiti personali ma gli italiani temono di non poter pagare: la situazione



Qualcosa sembra muoversi nel mondo dei prestiti personali che, in controtendenza ai dati di qualche tempo fa, sono ora in leggero aumento, contrariamente all’andamento dei mutui, mercato decisamente ancora fermo in Italia, ma c’è chi prevede nei prossimi mesi nuovi movimenti.

Se il 2012 ha fatto registrare in Italia una situazione di vero stallo se non proprio di peggioramento rispetto agli anni precedenti, colpa dei tassi sempre alti, colpa della difficoltà ad ottenere mutui, soprattutto per i giovani, colpa dell’Imu, la nuova imposta municipale sulla casa, che quest’anno ha rappresentato una vera e propria stangata per i possessori italiani di immobili, nel 2013 si prevedono margini di ripresa.

Ma ora si aspettano soprattutto i risultati delle elezioni che decideranno il nuovo quadro politico di Italia, e che Borse e spread seguiranno. E sono proprio gli spread, principalmente quelli bancari, ad incidere in maniera forte sui tassi dei mutui.

Risultato: la richiesta di mutui ha registrato un calo del 14% che si va ad aggiungere al -42% dell'intero 2012. Torna, invece, il segno positivo per i prestiti personali, che si attestano su un +5%. Ma anche in questo caso, a fronte di una richiesta pari al 10,4% del totale della domanda, i finanziamenti  di questa tipologia concessi sono risultati il 4% dell'erogato complessivo.

Cala, inoltre, l’importo medio dei prestiti personali assegnati: dai 15.579 euro del secondo semestre 2008 ai 10.831 di fine 2012. Questo dato mette, in realtà, in evidenza il timore di molti italiani di non riuscire poi a pagare. Il 52% degli italiani intervistati per Plus 24 da Ipr Marketing teme, infatti, di non potere affrontare i debiti.

E mentre al Nord la percentuale di chi ha timori a questo proposito, rispetto a chi è sereno, si colloca a livelli simili (42 contro 41 per cento) al Centro e al Sud la situazione è decisamente diversa, pendente verso i ‘paurosi’ dei debiti.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il