BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni 2013 dipendenti pubblici: si può andare con vecchie regole per migliaia di persone

Dipendenti pubblici in pensione con vecchie regole: come fare



Dipendenti pubblici in pensione con le vecchie regole: in risposta ad alcuni quesiti sulla possibilità da parte di dipendenti della pubblica amministrazione di lasciare il lavoro con le vecchie norme previdenziali, con  18 anni e 1 mese di contributi al 31 dicembre 1995, il decreto legge sulla Spending review (95/2012) ha previsto una serie di interventi, finalizzati alla riduzione delle dotazioni organiche delle pubbliche amministrazioni in misura non inferiore al 20% per i dirigenti e al 10% per il personale non dirigenziale.

Le amministrazioni dovranno predisporre dei piani previsionali delle cessazioni di personale in servizio, fino a tutto il 2014, considerando i requisiti pensionistici previgenti e le cessazioni secondo il regime ordinario.

Inoltre, dovrà essere individuato nominativamente il personale in possesso dei requisiti, secondo quanto previsto dalla direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica del 24 settembre 2012 n. 10.

Le amministrazioni potranno, inoltre, procedere alla risoluzione del rapporto di lavoro nei confronti di tutti quei lavoratori dichiarati in eccedenza che perfezioneranno i quaranta anni di contributi utili a pensione, senza necessità di motivazione.

Nel caso in cui non dovesse applicarsi la deroga prevista dalla Spending review, l'uscita dal mondo del lavoro sarà subordinata ai nuovi requisiti previsti dalla riforma del dicembre 2011.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il